Info
Logo Bocconi

Insegnamento a.a. 2019-2020

30017 - FINANZA AZIENDALE / CORPORATE FINANCE

Tutti i corsi / All Programs
Dipartimento di Finanza / Department of Finance

Classes 31 and 32 are reserved to exchange students


Per la lingua del corso verificare le informazioni sulle classi/
For the instruction language of the course see class group/s below

Vai alle classi / Go to class group/s: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 15 - 16 - 17 - 18 - 21 - 22 - 31 - 32

CLEAM (6 cfu - I sem. - OB  |  SECS-P/09)
Docente responsabile dell'insegnamento / Course Director:
ALESSANDRO FROVA

Classi: 1 (I sem.) - 2 (I sem.) - 3 (I sem.) - 4 (I sem.) - 5 (I sem.) - 6 (I sem.) - 7 (I sem.) - 8 (I sem.)
Docenti responsabili delle classi:
Classe 1: ALESSANDRO FROVA, Classe 2: ALESSANDRO FROVA, Classe 3: LEONARDO ETRO, Classe 4: GIOVANNI WALTER PUOPOLO, Classe 5: FEDERICO PIPPO, Classe 6: CESARE CONTI, Classe 7: CLAUDIA ORSOLA TAMAROWSKI, Classe 8: EMANUELE TETI

Classe/i impartita/e in lingua italiana

Conoscenze pregresse consigliate

E' preferibile che lo studente abbia già frequentato il corso di matematica finanziaria e che abbia le conoscenze fondamentali di bilancio.


Mission e Programma sintetico
MISSION

Il corso analizza i principi e gli strumenti delle decisioni aziendali di investimento e di finanziamento con il fine di verificare il loro contributo alla creazione di valore per gli azionisti. In particolare, vengono illustrati i modelli teorici fondamentali e la loro concreta applicazione nelle scelte tipiche della finanza aziendale: le decisioni di investimento (capital budgeting), l’individuazione di una corretta misura del costo del capitale, la scelta del grado di leva finanziaria (capital structure) e la politica dei dividendi, ovvero i principali campi di attività della Direzione Finanziaria. I contenuti del corso si articolano in tre moduli, che sviluppano a livello teorico ed applicativo i concetti essenziali della corporate finance: - Valore delle azioni e delle decisioni di investimento. - Rischio e rendimento, costo del capitale. - Struttura del capitale e politica dei dividendi. Tali concetti sono necessari per affrontare le scelte fondamentali della finanza aziendale, sia quelle della gestione ordinaria che quelle della cosiddetta finanza straordinaria, approfondite negli opzionali di "Pianificazione finanziaria e analisi degli investimenti, valutazione delle aziende, International project finance, Finanza straordinaria.

PROGRAMMA SINTETICO
  • Introduzione alla finanza aziendale e corporate governance.
  • Analisi di bilancio, riclassificazioni, rendiconto finanziario e pianificazione a lungo termine.
  • Discounted cash flow (DCF) e valore.
  • Come valutare obbligazioni ed azioni.
  • Criteri di valutazione degli investimenti.
  • Analisi del rischio, opzioni reali e scelte di investimento.
  • Rischio e rendimento: il capital asset pricing model.
  • Modelli fattoriali ed APT: cenni.
  • Costo del capitale, stima e determinanti del beta.
  • Struttura finanziaria e valore dell’impresa: i modelli di base.
  • Struttura finanziaria e limiti all’indebitamento.
  • Costo del capitale, valore dell’impresa e decisioni di investimento: legami con il grado di indebitamento.
  • La politica dei dividendi: cenni.

Risultati di Apprendimento Attesi (RAA)
CONOSCENZA E COMPRENSIONE
Al termine dell'insegnamento, lo studente sarà in grado di...
  • Comprendere la differenza fra reddito e flusso di cassa.
  • Considerare adeguatamente il fattore tempo.
  • Affrontare problematiche di capital budgeting.
  • Comprendere i legami fra rischio e rendimento.
  • Costruire il costo del capitale.
  • Individuare le conseguenze delle scelte di indebitamento.
  • Affrontare il tema della struttura finanziaria/capital structure.
  • Distinguere fra valore di mercato e valore contabile di un'azienda.
  • Confrontare vantaggi e svantaggi della distribuzione di dividendi e del riacquisto di azioni proprie.
  • Comprendere i limiti della finanza tradizionale e le implicazioni della finanza comportamentale.
CAPACITA' DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE
Al termine dell'insegnamento, lo studente sarà in grado di...
  • Calcolare i flussi di cassa.
  • Applicare le formule di attualizzazione e capitalizzazione.
  • Valutare la convenienza degli investimenti.
  • Calcolare il costo del capitale utilizzando parametri di mercato.
  • Calcolare il valore delle azioni/imprese.
  • Calcolare l'impatto della leva finanziaria sul valore.
  • Applicare diversi metodi di valutazione dell'equity e del capitale investito.
  • Comprendere la rilevanza della finanza aziendale in tutte le scelte strategiche dell'impresa.

Modalità didattiche
  • Lezioni frontali
  • Testimonianze (in aula o a distanza)
  • Esercitazioni (esercizi, banche dati, software etc.)
DETTAGLI
  • Le testimonianze possono essere svolte nelle singole classi in base alla valutazione dei singoli docenti.
  • Le esercitazioni (frequenza facoltativa) sono svolte ad ulteriore supporto dello svolgimento di casi ed esercizi da parte dei docenti di aula.

Metodi di valutazione dell'apprendimento
  Accertamento in itinere Prove parziali Prova generale
  • Prova individuale scritta (tradizionale/online)
  •   x x
    STUDENTI FREQUENTANTI
    • L'esame è svolto in forma scritta, in due prove parziali finalizzate a verificare la comprensione dei temi essenziali della materia e così strutturate:
      • 13 domande multiple choice, da 1 punto l'una, volte a verificare le sue capacità di applicare conoscenza e comprensione di specifici argomenti teorici ed applicativi.
      • 2 domande aperte, normalmente di natura teorica, da 4 punti l'una, rispetto alle quali lo studente dovrà sviluppare sinteticamente un ragionamento su alcuni dei concetti chiave della materia.
      • 1 esercizio da 10 punti per la soluzione del quale lo studente dovrà individuare il corretto percorso di analisi e le relative formule applicative.
    • La durata di ogni prova è di 60 minuti.
    • Lo studente può sostenere la seconda prova parziale solamente se ha superato la prima.
    • Il voto finale è dato dalla media aritmetica delle due prove, eventualmente arrotondata al voto successivo. 
    • Gli studenti frequentanti possono anche scegliere, se lo desiderano, di svolgere un'unica prova finale, che ha le medesime caratteristiche delle prove parziali.
    • L'esame è class specific, ma verte sostanzialmente sui medesimi contenuti illustrati nel programma sintetico.
    STUDENTI NON FREQUENTANTI
    • L'esame è svolto in forma scritta, in un'unica prova finalizzata a verificare la comprensione dei temi essenziali della materia e così strutturata:
      • 13 domande multiple choice, da 1 punto l'una, volte a verificare le sue capacità di applicare conoscenza e comprensione di specifici argomenti teorici ed applicativi.
      • 2 domande aperte, normalmente di natura teorica, da 4 punti l'una, rispetto alle quali lo studente dovrà sviluppare sinteticamente un ragionamento su alcuni dei concetti chiave della materia.
      • 1 esercizio da 10 punti per la soluzione del quale lo studente dovrà individuare il corretto percorso di analisi e le relative formule applicative.
    • La durata della prova è di 60 minuti.
    • L'esame verte sull'intero libro di testo.

    Materiali didattici
    STUDENTI FREQUENTANTI
    • D. HILLIER, S. ROSS, R. WESTERFIELD, et al., Corporate Finance, (a cura di S. FROVA), McGraw-Hill, 2018, terza edizione italiana.
    • Materiale vario (esercizi, domande multiple, ecc) postati su Bboard nelle singole classi.
    • Per chi lo desiderasse è inoltre disponibile una dispensa redatta da E. TETI, Finanza Aziendale – Dispensa Domande Multiple,  EGEA My Books – Tools, 2018, contenente innumerevoli esempi di domande multiple e le relative soluzioni.
    STUDENTI NON FREQUENTANTI
    • D. HILLIER, S. ROSS, R. WESTERFIELD, et al. Corporate Finance, (a cura di S. FROVA), McGraw-Hill, 2018, terza edizione italiana.
    • Materiale vario (esercizi, domande multiple, ecc) postati su Bboard per la clase "non frequentanti".
    • Per chi lo desiderasse è inoltre disponibile una dispensa redatta da E. TETI, Finanza Aziendale – Dispensa Domande Multiple,  EGEA My Books – Tools, 2018, contenente innumerevoli esempi di domande multiple e le relative soluzioni.
    Modificato il 16/06/2019 23:53

    CLEF (8 cfu - I sem. - OB  |  SECS-P/09)
    Docente responsabile dell'insegnamento / Course Director:
    MAURIZIO DALLOCCHIO

    Classi: 9 (I sem.) - 10 (I sem.)
    Docenti responsabili delle classi:
    Classe 9: MAURIZIO DALLOCCHIO, Classe 10: FEDERICO PIPPO

    Classe/i impartita/e in lingua italiana

    Conoscenze pregresse consigliate

    Si presume che gli studenti frequentanti il corso abbiano una buona conoscenza delle tematiche attinenti al bilancio. E’ altresì richiesta la conoscenza delle tecniche di base di matematica finanziaria.


    Mission e Programma sintetico
    MISSION

    Il corso affronta ed approfondisce i temi nodali della finanza d'azienda: dalla pianificazione finanziaria, alla gestione del circolante, dalla valutazione degli investimenti e dei finanziamenti alle scelte di struttura finanziaria con le relative conseguenze sul valore d’azienda. Vi sono anche brevi cenni alla tematica della sostenibilità del debito in situazioni di tensione finanziaria. Viene, infine, introdotto il tema delle operazioni di finanza straordinaria. L'obiettivo del corso è di introdurre gli studenti nel mondo della finanza d'azienda, fornendo loro gli strumenti per comprendere sia i principali modelli teorici che le loro applicazioni fondamentali nelle realtà aziendali. A tal fine, a lezioni in cui vengono esposti e commentati i modelli della moderna teoria della finanza, con continui riferimenti alle notizie economico-finanziarie più recenti, si alternano sessioni dedicate allo studio di casi e a testimonianze aziendali.

    PROGRAMMA SINTETICO

    Parte prima: finanza aziendale, processi previsionali e pianificazione finanziaria:

    • Gli obiettivi della finanza d'azienda e i fondamenti di teoria del valore.
    • Analisi dei risultati aziendali in chiave finanziaria.
    • La pianificazione finanziaria nel breve e nel lungo periodo: dal budget di cassa al piano finanziario.

    Parte seconda: introduzione alla finanza operativa:

    • Il capitale circolante: dimensioni, rilevanza e modalità di gestione. 
    • La gestione del credito commerciale e delle relazioni con i clienti; gli impatti su fabbisogno finanziario e redditività.
    • Cenni sulla gestione del magazzino e sulla gestione dei rapporti con i fornitori.

    Parte terza: le decisioni di investimento:

    • Gli investimenti: aspetti generali e criteri di valutazione della loro convenienza economica.
    • Modalità di costruzione dei flussi di cassa rilevanti nella valutazione.
    • La gestione dell'incertezza nelle analisi di capital budgeting.

    Parte quarta: costo del capitale e scelte di struttura finanziaria:

    • Le principali teorie ed il rapporto tra struttura finanziaria e costo del capitale. 
    • I profili e gli strumenti di analisi nelle scelte di finanziamento. 
    • La stima del costo del capitale proprio in ottica aziendale.
    • Il costo medio ponderato del capitale, i suoi utilizzi e limiti.
    • La sostenibilità del debito in condizioni di tensione finanziaria o di crisi aziendale.

    Parte quinta: introduzione alle operazioni di finanza straordinaria:

    • Introduzione alle operazioni di finanza straordinaria.
    • Una rassegna delle logiche e dei metodi di valutazione delle aziende.

    Risultati di Apprendimento Attesi (RAA)
    CONOSCENZA E COMPRENSIONE
    Al termine dell'insegnamento, lo studente sarà in grado di...
    • Spiegare le principali logiche per l'analisi dei risultati aziendali.
    • Descrivere gli strumenti di pianificazione finanziaria a breve ed a medio lungo termine.
    • Illustrare le modalità di gestione del capitale circolante aziendale.
    • Riassumere i concetti introduttivi e definitori di capital budgeting.
    • Definire le principali metodologie per la valutazione dei progetti di investimento aziendali.
    • Descrivere le componenti della struttura finanziaria aziendale.
    • Spiegare costi e benefici attinenti alla raccolta delle diverse fonti di capitale aziendale.
    • Illustrare le principali criticità connesse alle operazioni di finanza straordinaria.
    • Elencare e descrivere le principali metodologie per la stima del valore d'impresa.
    CAPACITA' DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE
    Al termine dell'insegnamento, lo studente sarà in grado di...
    • Interpretare criticamente i risultati dell'impresa e la relativa sostenibilità.
    • Comparare le performance di impresa con i risultati dei concorrenti di riferimento.
    • Utilizzare gli strumenti di pianificazione finanziaria a breve ed a medio lungo termine per valutare la coerenza fra piani strategici e finanziabilità degli stessi.
    • Applicare i principali metodi per la valutazione dei progetti di investimento.
    • Comprendere e applicare le logiche e gli strumenti di gestione del rischio.
    • Interpretare le scelte di struttura finanziaria e le strategie di ottimizzazione nella raccolta di capitale.
    • Analizzare costi e benefici connessi al reperimento di fonti di capitale aziendali.
    • Utilizzare i principali metodi per la stima del valore del capitale operativo e del capitale economico d'azienda.

    Modalità didattiche
    • Lezioni frontali
    • Testimonianze (in aula o a distanza)
    • Esercitazioni (esercizi, banche dati, software etc.)
    • Analisi casi studio / Incidents guidati (tradizionali, multimediali)
    • Lavori/Assignment di gruppo
    DETTAGLI

    Insieme a sessioni di didattica tradizionale, prevalentemente incentrate sull'introduzione ai capisaldi delle diverse parti del corso, vi sono:

    • Testimonianze: intervento in aula di testimoni diretti delle realtà d'impresa, con i quali si discutono taluni argomenti sviluppati nelle lezioni frontali. In particolare, nel corso sono previste testimonianze sulle tematiche di comunicazione finanziaria, sul ruolo del CFO nei grandi gruppi industriali internazionali, con focus sulle decisioni di investimento e sui mercati finanziari ed il ruolo degli istituti finanziatori.  
    • Esercitazioni (Esercizi, Banche dati, Software etc.): in aggiunta alle lezioni frontali, sono previste delle sessioni di esercitazione specificamente dedicate allo svolgimento di esercizi addizionali rispetto ai casi discussi in aula.
    • Analisi casi studio: utilizzo di casi aziendali per analizzare dal punto di vista applicativo i principali temi sviluppati nel corso. Agli studenti viene richiesta la lettura e l'analisi del caso aziendale prima della discussione e dello sviluppo in aula.  
    • Lavori di gruppo: gli studenti hanno la facoltà (e non l'obbligo) di sviluppare un lavoro di gruppo su temi che attengono alla analisi economico-finanziaria, alla pianificazione ed alla gestione e valutazione dei progetti di investimento. L'elenco di società tra le quali scegliere l'operatore oggetto dell'analisi viene individuato e fornito dai docenti del corso.

    Metodi di valutazione dell'apprendimento
      Accertamento in itinere Prove parziali Prova generale
  • Prova individuale scritta (tradizionale/online)
  •   x x
  • Assignment di gruppo (relazione, esercizio, dimostrazione, progetto etc.)
  •     x
    STUDENTI FREQUENTANTI

    Anche se non è prevista la rilevazione delle presenze, si intende “frequentante” lo studente che con assiduità ha seguito e partecipato attivamente al corso.

    • La valutazione dell’apprendimento per i frequentanti avviene in due prove parziali in forma scritta, ciascuna delle quali è composta da uno o due esercizi o domande aperte, che pesa/pesano per il 50% del voto, e da domande chiuse a scelta multipla (multiple choice) che pesano per la restante parte. Come in seguito dettagliato per i frequentanti è anche possibile sostenere l’esame in un’unica prova.
      • Le prove d'esame sono atte a verificare la comprensione dell'intelaiatura teorica del Corso e degli strumenti empirici attinenti all'analisi finanziaria, alla pianificazione finanziaria, alla gestione dei processi di capital budgeting, alla composizione della struttura finanziaria e alla stima del valore del capitale operativo e del capitale economico aziendali.
    • I frequentanti hanno la facoltà (e non l’obbligo) di predisporre un lavoro di gruppo su tematiche attinenti ad argomenti che vengono comunicati in classe e che viene valutato dai docenti. Il lavoro di gruppo viene valutato in trentesimi, è tuttavia facoltà dello studente decidere se accettare la votazione conseguita nel lavoro di gruppo. Nel caso lo studente accettasse la votazione, il punteggio riportato nel lavoro di gruppo pesa per il 20% sulla valutazione complessiva.
      • Il lavoro di gruppo ha quale obiettivo la verifica delle capacità degli studenti di analizzare le performance di impresa, in una logica di confronto con il mercato di riferimento, e di interpretarne criticamente i risultati, anche per l'impostazione di processi di pianificazione a breve e a medio termine.

    Gli studenti possono decidere se svolgere - sempre nella modalità per frequentanti:

    1. L’esame relativo alla prima e seconda parte del programma. In questo caso, la valutazione finale deriva per il 40% dalla prima prova parziale, per il 40% dalla seconda prova parziale e per il 20% dall’esito del lavoro di gruppo. In ogni caso la validità del voto riportato nel lavoro di gruppo è limitata ai soli primi due appelli ufficiali. In alternativa, qualora lo studente decidesse di non accettare la votazione riportata dalla stesura del lavoro di gruppo (oppure non avesse predisposto il lavoro di gruppo), la valutazione finale deriva per il 50% dalla prima prova parziale e per il 50% dalla seconda prova parziale. L’esame si considera superato solo se entrambe le prove risulteranno sufficienti. 
    2. L’esame relativo all’intero programma (unica alternativa per chi avesse riportato una valutazione insuffciente nella prima prova). In questo caso, la valutazione finale deriva per l’80% dal risultato conseguito in questa prova e per il 20% dall’esito del lavoro di gruppo. In alternativa, qualora lo studente decidesse di non accettare la votazione riportata dalla stesura del lavoro di gruppo (oppure non avesse predisposto il lavoro di gruppo), il 100% della valutazione finale deriva dalla valutazione conseguita in questa prova.
    • Non sono previste penalità per le risposte a scelta multipla errate.
    • Non è prevista la possibilità di sostenere integrazioni di alcun tipo.
    • Qualunque valutazione raggiunta (purché suffciente) viene registrata automaticamente senza alcuna eccezione, come previsto dalle norme generali di ateneo.
    • Secondo le regole dell’ateneo, lo studente può ritirarsi dalla prova una volta conosciute le domande.
    STUDENTI NON FREQUENTANTI

    La valutazione dell’apprendimento per i non frequentanti avviene attraverso un esame in forma scritta, secondo le modalità e le condizioni previste per i frequentanti che sostengono la prova unica, senza lavoro di gruppo. In linea di principio, il materiale didattico oggetto d’esame comprende la seguente selezione dei capitoli tratti dai libri di testo:

    • M. DALLOCCHIO, A, SALVI, Finanza aziendale 1, Finanza Ordinaria, Milano, EGEA, 2011(capitoli 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 16, 17, 18, 19, 20, 21).
    • M. DALLOCCHIO, A. SALVI, Finanza aziendale, Milano, EGEA, 2005, disponibili sulla piattaforma Bboard (capitoli 24, 27 e 28).
    • Inoltre, rientrano nel materiale d’esame i casi aziendali e le esercitazioni disponibili sulla piattaforma Bboard.

    Materiali didattici
    STUDENTI FREQUENTANTI E NON FREQUENTANTI

    Il libro di testo per il corso è:

    • M. DALLOCCHIO, A. SALVI, Finanza aziendale 1, Finanza Ordinaria, Milano, EGEA, 2011.

    I casi aziendali discussi in aula sono resi disponibili sulla piattaforma Bboard.

    Un supporto per l’applicazione dei modelli teorici può essere fornito da:

    • M. DALLOCCHIO, E. TETI, Esami di Finanza aziendale. Applicazioni pratiche, temi, esercitazioni svolte, Milano, ETAS, 2008.

    Bibliografia di approfondimento testi:

    • S.A. ROSS, R. WESTERFIELD, J. JAFFE, Corporate Finance, McGraw-Hill, 2012, 10° edizione. 
    • J. BERK, P. DEMARZO, Finanza Aziendale 1, Addison Wesley Pearson, 2011, 2° edizione. 
    • R.A. BREALEY, S.C. MYERS, F. ALLEN, S. SANDRI, Principi di finanza aziendale, McGraw-Hill, 2015, 7° edizione.
    • A. DAMODARAN, Applied corporate finance, John Wiley & Sons, 2015, 4° edizione.
    • M. DALLOCCHIO, A. SALVI, P. QUIRY, et al., Frequently Asked Questions in Corporate Finance, Wiley, 2012.

    Bibliografia di approfondimento riviste:

    • Economia & Management.
    • Finanza, Marketing e Produzione (EGEA).
    • Journal of Applied Corporate Finance (http://www.blackwell-synergy.com).
    • Journal of Finance (http://www.afajof.org/jofihome.shtml).
    • Journal of Financial Economics (http://www.jfe.rochester.edu).
    • Review of Financial Studies (http://rfs.oupjournals.org).
    • Financial Management (http://www.fma.org/).
    • Journal of Banking & Finance (https://www.journals.elsevier.com/journal-of-banking-and-finance/).
    Modificato il 16/06/2019 23:54

    CLMG (6 cfu - I/II sem. - OP  |  SECS-P/09) - BIEF (6 cfu - I/II sem. - OB  |  SECS-P/09) - BIEM (6 cfu - I/II sem. - OB  |  SECS-P/09)
    Docente responsabile dell'insegnamento / Course Director:
    HANNES WAGNER

    Classes: 15 (II sem.) - 16 (II sem.) - 17 (II sem.) - 18 (II sem.) - 21 (II sem.) - 22 (II sem.) - 31 (I sem.) - 32 (II sem.)

    Class group/s taught in English

    Suggested background knowledge

    Students attending this course should be familiar with the basics of mathematics, statistics, financial mathematics, accounting, and financial markets and institutions. In particular, students should have reasonable knowledge of the basics in financial mathematics such as the time value of money, annuities and perpetuities; basics in statistics such as probabilities, variances/covariances and ordinary least squares; basics in accounting such as being able to read information contained in balance sheets, income statements, cash flow statements.


    Mission & Content Summary
    MISSION

    This course serves as an introduction to modern corporate finance. Corporate finance is a set of principles that govern how businesses run. It is a study of how businesses should make financial decisions - ranging from investment choices to assessing the right mix of debt and equity. The course explores both investing and financing decisions, focusing on their role in the creation of shareholder value.

    CONTENT SUMMARY

    The course covers four main parts:

    • The value of a firm: financial instruments, valuation concepts and decision rules.
    • Risk and return: theory, empirical evidence and applications to capital budgeting.
    • Financing decisions and market efficiency.
    • Payout policy, capital structure and valuation.

    Intended Learning Outcomes (ILO)
    KNOWLEDGE AND UNDERSTANDING
    At the end of the course student will be able to...
    • Recognize, explain, and reproduce core corporate finance tools and techniques, including applications in international contexts.
    APPLYING KNOWLEDGE AND UNDERSTANDING
    At the end of the course student will be able to...
    • Apply and interpret core corporate finance tools and techniques.
    • Apply and evaluate capital budgeting methods.
    • Analyze and assess corporate financial decisions, such as capital structure, investment and corporate payout decisions.

    Teaching methods
    • Face-to-face lectures
    • Exercises (exercises, database, software etc.)
    • Case studies /Incidents (traditional, online)
    • Individual assignments
    • Group assignments
    DETAILS
    • Exercises: students work on exercises in class and as take-homes.
    • Case studies: several case studies are assigned to give students a sense of solving allegedly real problems facing a firm.
    • Individual assignments: students work through ~10 individual graded assignments throughout the course, helping students to synthesize the material.
    • Group assignments: groups of students work on graded group assignments (cases).

    Assessment methods
      Continuous assessment Partial exams General exam
  • Written individual exam (traditional/online)
  •     x
  • Individual assignment (report, exercise, presentation, project work etc.)
  • x    
  • Group assignment (report, exercise, presentation, project work etc.)
  • x    
    ATTENDING AND NOT ATTENDING STUDENTS

    Course assessment is identical for attending and non-attending students. Course assessment consists of:

    • A final exam (50-100% of the final grade): the exam is in written form, comprehensive, and closed-book. It consists of open questions and multiple choice questions, both qualitative and quantitative, aimed at assessing students' ability to apply the analytical tools and institutional knowledge covered during the course. The weight of the final exam depends on the quality of the other components and ranges from 50% to 100%. 
    • Case studies (0-20% of the final grade): the case studies are worked on (and handed in) in groups, and are designed to give students a sense of solving allegedly real problems facing a firm. Students are able to re-shuffle groups between cases. Since there is one grade per group, students need to make sure that every group member pulls his or her weight. Students are assessed by the quality of their recommendations and analysis, the soundness of their logic, by their overall exposition (writing and style), and by their ability to effectively deal with ambiguity in a business setting. The weight is 20% if better than the final exam, and 0% otherwise.
    • Take-home quizzes (0-30% of the final grade): the take-home quizzes - of which there are roughly 10 - are individually assigned to students and contain numerical exercises and other question types and are aimed at helping students synthesize the course material and assessing their ability to apply analytical tools and their institutional knowledge. The weight is 30% if better than the final exam, and 0% otherwise.
    • Unused case and take-home grade components have expiration conditions, the details are covered in class.

    Teaching materials
    ATTENDING AND NOT ATTENDING STUDENTS
    • FAQ: an up-to-date guide to Frequently Asked Questions about the course, on Bboard.

    • Textbook: R.A. BREALEY, S.MYERS, F. ALLEN, Principles of Corporate Finance, McGraw Hill, 13th edition.

    • Course note packet: there is a course pack of class lecture notes on Bboard.

    • Cases: a set of cases we work through in class on Bboard.

    • Pre-readings: please see the course notes for some basic pre-reading to be done before the course formally begins on Bboard.

    Last change 16/06/2019 23:55