Info
Foto sezione
Logo Bocconi

Insegnamento a.a. 2020-2021

50029 - DIRITTO DEL LAVORO - MODULO 1

CLMG
Dipartimento di Studi Giuridici

Insegnamento impartito in lingua italiana


Vai alle classi: 19 - 20

CLMG (6 cfu - I sem. - OB  |  IUS/07)
Docente responsabile dell'insegnamento:
MAURIZIO DEL CONTE

Classi: 19 (I sem.) - 20 (I sem.)
Docenti responsabili delle classi:
Classe 19: MAURIZIO DEL CONTE, Classe 20: STEFANO LIEBMAN


Conoscenze pregresse consigliate
PROPEDEUTICITA'

Il corso di Istituzioni di Diritto Privato è propedeutico al corso 50029 di DIRITTO DEL LAVORO - MODULO 1


Mission e Programma sintetico
MISSION

L’insegnamento offre un'introduzione alle regole che presiedono al funzionamento del mercato del lavoro, in una prospettiva diacronica.

PROGRAMMA SINTETICO
  1. Il primo modulo del corso, di carattere marcatamente istituzionale, verte sulla disciplina giuridica del mercato del lavoro, con particolare riferimento alle diverse tipologie di rapporti aventi ad oggetto lo svolgimento di una prestazione lavorativa subordinata, con particolare attenzione al lavoro prestato nell’impresa.
     
  2. La parte di ricostruzione diacronica è volta a delineare i profili del sistema di relazioni industriali dentro e fuori l’azienda.
     
  3. Nella parte di carattere più segnatamente tecnico-giuridico, oggetto di attenzione è, con riferimento alla particolare struttura del rapporto individuale di lavoro, una ricognizione delle posizioni rispettivamente occupate dal datore e dal prestatore di lavoro, nonché delle modalità di costituzione, svolgimento ed estinzione del rapporto stesso.

Risultati di Apprendimento Attesi (RAA)
CONOSCENZA E COMPRENSIONE
Al termine dell'insegnamento, lo studente sarà in grado di...
  • Identificare e descrivere il quadro normativo di riferimento del mercato del lavoro in Italia
  • Definire le linee di fondo dell’evoluzione normativa nel periodo Costituzionale, sia con riguardo al sistema di relazioni industriali che con riferimento alla disciplina del rapporto individuale di lavoro
  • Riconoscere, sviluppare e riprodurre le coordinate di un corretto ragionamento giuridico in materia lavoristica
  • Utilizzare con proprietà il linguaggio tecnico della materia.
CAPACITA' DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE
Al termine dell'insegnamento, lo studente sarà in grado di...
  • Partecipare consapevolmente e attivamente al secondo modulo di taglio specialistico/analitico.

Modalità didattiche
  • Lezioni frontali
  • Lezioni online
DETTAGLI

.


Metodi di valutazione dell'apprendimento
  Accertamento in itinere Prove parziali Prova generale
  • Prova individuale scritta (tradizionale/online)
  •     x
    STUDENTI FREQUENTANTI

    L'esame, da redigere in forma scritta in modalità digitale 'web-based', ha la durata di 90 minuti ed è così strutturato:

    • 3 domande a risposta sintetica: la risposta deve essere fornita in indicativamente 5/6 righe (punteggio massimo: 5 punti per ciascuna domanda)
    • 2 domande a risposta aperta: non vi sono limiti di lunghezza (punteggio massimo: 8 punti per ciascuna domanda).

    Nel complesso, l'esame mira ad accertare le nozioni impartite nell'ambito del corso che, si ribadisce, è di carattere marcatamente istituzionale. Le competenze accertate mediante l'esame del modulo I sono infatti propedeutiche per affrontare il modulo II del prossimo anno che riprenderà alcuni dei temi già studiati in forma istituzionale nel modulo I, approfondendoli in chiave critica mediante la discussione in aula di specifici materiali giurisprudenziali.

    Più nello specifico, le domande a risposta sintetica hanno soprattutto lo scopo di accertare le conoscenze di base e il quadro normativo di riferimento delineato nel programma e, specialmente, la capacità dello studente di:

    • Identificare e descrivere il quadro di riferimento del mercato del lavoro in Italia, ricostruendo sinteticamente i tratti salienti di uno specifico istituto.
    • Ripercorrere, in breve, le linee di fondo dell'evoluzione normativa nel periodo Costituzionale, con riferimento allo specifico istituto oggetto della domanda.
    • Utilizzare correttamente il lessico tecnico-giuridico caratterizzante la materia giuslavoristica.

    Per quanto concerne, invece, le domande a risposta aperta, esse, essendo di più ampio respiro, si propongono uno scopo ulteriore, essendo funzionali ad accertare, oltre a quanto esplicitato sopra, anche la capacità dello studente di:

    • Riconoscere, sviluppare e riprodurre le coordinate di un corretto ragionamento giuridico nella materia giuslavoristica.
    • Effettuare collegamenti tra i vari istituti oggetto del corso, anche in chiave critica.
    STUDENTI NON FREQUENTANTI

    L'esame, da redigere in forma scritta in modalità digitale 'web-based', ha la durata di 90 minuti ed è così strutturato:

    • 3 domande a risposta sintetica: la risposta deve essere fornita in indicativamente 5/6 righe (punteggio massimo: 5 punti per ciascuna domanda)
    • 2 domande a risposta aperta: non vi sono limiti di lunghezza (punteggio massimo: 8 punti per ciascuna domanda).

    Nel complesso, l'esame mira ad accertare le nozioni impartite nell'ambito del corso che, si ribadisce, è di carattere marcatamente istituzionale. Le competenze accertate mediante l'esame del modulo I sono infatti propedeutiche per affrontare il modulo II del prossimo anno che riprenderà alcuni dei temi già studiati in forma istituzionale nel modulo I, approfondendoli in chiave critica mediante la discussione in aula di specifici materiali giurisprudenziali.

    Più nello specifico, le domande a risposta sintetica hanno soprattutto lo scopo di accertare le conoscenze di base e il quadro normativo di riferimento delineato nel programma e, specialmente, la capacità dello studente di:

    • Identificare e descrivere il quadro di riferimento del mercato del lavoro in Italia, ricostruendo sinteticamente i tratti salienti di uno specifico istituto.
    • Ripercorrere, in breve, le linee di fondo dell'evoluzione normativa nel periodo Costituzionale, con riferimento allo specifico istituto oggetto della domanda.
    • Utilizzare correttamente il lessico tecnico-giuridico caratterizzante la materia giuslavoristica.

    Per quanto concerne, invece, le domande a risposta aperta, esse, essendo di più ampio respiro, si propongono uno scopo ulteriore, essendo funzionali ad accertare, oltre a quanto esplicitato sopra, anche la capacità dello studente di:

    • Riconoscere, sviluppare e riprodurre le coordinate di un corretto ragionamento giuridico nella materia giuslavoristica.
    • Effettuare collegamenti tra i vari istituti oggetto del corso, anche in chiave critica.

    Materiali didattici
    STUDENTI FREQUENTANTI

    M. PERSIANI, F. LUNARDON, Fondamenti di Diritto Sindacale, Giappichelli, Ultima Edizione.

    M. PERSIANI, S. LIEBMAN, et al., Fondamenti di diritto del lavoro, Cedam, Ultima Edizione.

    Eventuali materiali aggiuntivi caricati su Bboard.

    STUDENTI NON FREQUENTANTI

    M. PERSIANI, F. LUNARDON, Fondamenti di Diritto Sindacale, Giappichelli, Ultima Edizione.

    M. PERSIANI, S. LIEBMAN, et al., Fondamenti di diritto del lavoro, Cedam, Ultima Edizione.

    Eventuali materiali aggiuntivi caricati su Bboard.

    Modificato il 06/10/2020 15:41