Info
Foto sezione
Logo Bocconi

Insegnamento a.a. 2020-2021

50149 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - MODULO 2 (PROCESSO PENALE AGLI ENTI)

CLMG
Dipartimento di Studi Giuridici

Insegnamento impartito in lingua italiana


Vai alle classi: 31

CLMG (6 cfu - I sem. - OBS  |  IUS/16)
Docente responsabile dell'insegnamento:
MASSIMO CERESA-GASTALDO

Classi: 31 (I sem.)
Docenti responsabili delle classi:
Classe 31: MASSIMO CERESA-GASTALDO


Conoscenze pregresse consigliate
PROPEDEUTICITA'

Il corso di Diritto processuale penale – modulo 1 è propedeutico al corso DIRITTO PROCESSUALE PENALE - MODULO 2 (PROCESSO PENALE AGLI ENTI)


Mission e Programma sintetico
MISSION

L’obiettivo del corso è l’approfondimento della disciplina processuale penale contenuta nel d.lgs. 8 giugno 2001, n. 231, che regola l’accertamento, da parte del giudice penale, della responsabilità da reato degli enti. Premessa l’illustrazione dei profili sostanziali della materia, il programma analizza le norme processuali contenute nel decreto del 2001, che costituiscono un sotto-sistema speciale rispetto a quello disciplinato dal codice di procedura penale. Particolare attenzione verrà dedicata anche al dibattito dottrinale, agli orientamenti giurisprudenziali ed alla casistica applicativa.

PROGRAMMA SINTETICO

I principali argomenti del corso sono:

  • La responsabilità amministrativa degli enti nel d.lgs. n. 231/2001.
  • Le fonti della disciplina processuale degli enti.
  • Le diverse posizioni soggettive dell’ente nel processo penale.
  • Rappresentanza e difesa dell’ente nel processo.
  • Misure cautelari interdittive e reali.
  • Indagini preliminari e udienza preliminare.
  • Procedimenti speciali.
  • Giudizio.
  • Impugnazioni.
  • Esecuzione.

Risultati di Apprendimento Attesi (RAA)
CONOSCENZA E COMPRENSIONE
Al termine dell'insegnamento, lo studente sarà in grado di...
  • llustrare la disciplina della responsabilità da reato degli enti.
  • Descrivere in modo approfondito le regole processuali previste dal d.lgs. 231/01.
  • Spiegare le principali problematiche applicative del d.lgs. 231/01, e le soluzioni offerte dalla giurisprudenza.
CAPACITA' DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE
Al termine dell'insegnamento, lo studente sarà in grado di...
  • Applicare i concetti acquisiti con riguardo alla risoluzione di situazioni concrete.
  • Analizzare in chiave critica provvedimenti giurisdizionali inerenti alla disciplina della responsabilità penale degli enti.

Modalità didattiche
  • Lezioni frontali
  • Lezioni online
  • Testimonianze (in aula o a distanza)
DETTAGLI
  • Oltre alle lezioni frontali e alle lezioni online, l’insegnamento prevede alcune testimonianze in aula da parte di esperti volte a comprendere meglio come la disciplina venga applicata in concreto.
  • L'analisi dei casi consiste nella disamina di provvedimenti giurisdizionali di merito e legittimità relativi a concrete vicende giudiziarie, con l’individuazione dei problemi processuali affrontati e l’approfondimento delle soluzioni adottate. Ciascun provvedimento è esaminato con modalità interattive volte a stimolare il dibattito in aula.

Metodi di valutazione dell'apprendimento
  Accertamento in itinere Prove parziali Prova generale
  • Prova individuale scritta (tradizionale/online)
  •   x  
  • Prova individuale orale
  •     x
    STUDENTI FREQUENTANTI E NON FREQUENTANTI

    A metà corso verrà svolta una prova intermedia scritta, articolata in due parti: una parte a risposte guidate ed una parte a domande aperte. È prevista una seconda prova intermedia scritta, con le stesse modalità della prima. Alle prove intermedie possono accedere sia gli studenti frequentanti che quelli non frequentanti. Oggetto delle prove sarà la parte di programma già illustrata in aula. La media dei due voti costituirà il voto finale. Non è prevista la registrazione automatica (per registrare il voto occorre iscriversi al primo appello orale utile, nelle sessioni dell’anno). Per gli studenti che non svolgono, non superano o non intendono accettare il voto di una o di entrambe le prove intermedie è previsto l'esame orale finale (su una parte o su tutto il programma, a seconda dei casi). 

    Sia le prove intermedie, sia la prova orale sono volte a valutare la conoscenza della disciplina della responsabilità da reato degli enti e delle regole processuali contenute nel d.lgs. 8 giugno 2001, n. 231 nonché la comprensione delle principali problematiche applicative del sotto-sistema speciale contenuto nel decreto del 2001. 

    Verrà, inoltre, verificata la capacità del candidato di analizzare in chiave critica provvedimenti giurisdizionali inerenti alla disciplina della responsabilità penale degli enti e di saper applicare i concetti acquisiti per la risoluzione di situazioni concrete.


    Materiali didattici
    STUDENTI FREQUENTANTI E NON FREQUENTANTI
    • M. CERESA-GASTALDO, Procedura penale delle società, Torino, Giappichelli, 2019, III ed.
    • Codice di procedura penale aggiornato e contenente l’indicazione delle modifiche legislative e delle pronunce della Corte costituzionale.
    • I materiali (giurisprudenza, dottrina) utilizzati a lezione e le slides proiettate in aula sono indicati o resi disponibili sulla piattaforma Bboard, dove sono pubblicati i materiali utili per lo studio dei casi pratici.
    Modificato il 28/08/2020 15:49