Info
Logo Bocconi

Insegnamento a.a. 2019-2020

50170 - DIRITTO DELL'ARBITRATO INTERNO E INTERNAZIONALE

Dipartimento di Studi Giuridici

Insegnamento impartito in lingua italiana

Vai alle classi: 31

PPA (6 cfu - I sem. - OP  |  IUS/15)
Docente responsabile dell'insegnamento:
CESARE CAVALLINI

Classi: 31 (I sem.)
Docenti responsabili delle classi:
Classe 31: CESARE CAVALLINI


Conoscenze pregresse consigliate

Prima di frequentare questo insegnamento si raccomanda di aver sostenuto l'esame di diritto processuale civile.


Mission e Programma sintetico
MISSION

Il corso si propone di approfondire i principali aspetti dell'arbitrato rituale e irrituale nel diritto italiano e dell’arbitrato internazionale. Il corso riguarda in particolare la convenzione di arbitrato, il procedimento arbitrale, il lodo arbitrale e i suoi effetti, nonché le impugnazioni del lodo. La seconda parte del corso concerne le fonti e la regolamentazione dell’arbitrato internazionale, del commercio internazionale e delle peculiari figure di giustizia privata emergente nelle controversie "crossborder".

PROGRAMMA SINTETICO
  • La giustizia «non togata». La convenzione arbitrale. Il processo arbitrale.
  • Lodo e determinazione arbitrale.
  • Profili dell'arbitrato internazionale e la Convenzione di New York.
  • I «sette pilastri» dell’arbitrato internazionale. I modelli UNCITRAL e ICSID.
  • Arbitrato internazionale e controversie crossborder: rapporto tra arbitrato e giurisdizione internazionale e comunitaria.

Risultati di Apprendimento Attesi (RAA)
CONOSCENZA E COMPRENSIONE
Al termine dell'insegnamento, lo studente sarà in grado di...
  • Individuare gli obiettivi fondamentali della normativa nazionale ed internazionale dell’arbitrato.
  • Identificare i “pilastri” della giustizia privata: clausola arbitrale, disponibilità di alcune regole processuali, efficacia ed impugnazione dei lodi arbitrali interni ed internazionali.
  • Descrivere le modalità di svolgimento del processo arbitrale, con i relativi strumenti decisionali, nella prospettiva domestica ed internazionale.
CAPACITA' DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE
Al termine dell'insegnamento, lo studente sarà in grado di...
  • Applicare i concetti generali del diritto dell’arbitrato al fine di individuare le possibili problematiche connesse all’applicazione delle ADR.
  • Risolvere casi pratici di controversie arbitrali.
  • Riconoscere ed applicare le peculiarità della legislazione arbitrale al caso concreto come modello di ADR.

Modalità didattiche
  • Lezioni frontali
  • Analisi casi studio / Incidents guidati (tradizionali, multimediali)
DETTAGLI

Lo studio di casi concreti consene l’approfondimento di singole tematiche trattate a lezione e particolarmente importanti nel diritto arbitrale. Lo studio è condotto attraverso l’analisi di problemi teorici e pratici rilevanti nello svolgimento del procedimento arbitrale interno e internazionale.


Metodi di valutazione dell'apprendimento
  Accertamento in itinere Prove parziali Prova generale
  • Prova individuale scritta (tradizionale/online)
  •   x  
  • Prova individuale orale
  •     x
    STUDENTI FREQUENTANTI E NON FREQUENTANTI
    • La prova individuale scritta parziale consiste nell'affrontare domande a risposta aperta con possibilità di commento e approfondimento di ciascuna risposta.
    • La prova individuale orale è un esame integrativo della prova parziale (se positiva) o esclusivo (se la prova parziale è risultata negativa) consistente nella esposizione di due argomenti con particolare riferimento all'arbitrato internazionale.

    Materiali didattici
    STUDENTI FREQUENTANTI E NON FREQUENTANTI
    • Il manuale è: C. MANDRIOLI, A. CARRATTA, Diritto processuale civile, Vol. III, Torino, 2018, XXVI edizione (nella parte relativa all'arbitrato).
    • Ulteriori materiali didattici sono annualmente aggiornati e caricati su Bboard.
    Modificato il 13/06/2019 12:36