Info
Foto sezione
Logo Bocconi

Insegnamento a.a. 2020-2021

50201 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - MODULO 2 (DIRITTO DELL'ESECUZIONE PENALE)

CLMG
Dipartimento di Studi Giuridici

Insegnamento impartito in lingua italiana


Vai alle classi: 31

CLMG (6 cfu - I sem. - OBS  |  IUS/16)
Docente responsabile dell'insegnamento:
MASSIMO CERESA-GASTALDO

Classi: 31 (I sem.)
Docenti responsabili delle classi:
Classe 31: PAOLO RENON


Conoscenze pregresse consigliate

Una buona conoscenza degli elementi fondamentali di diritto costituzionale e di diritto penale può facilitare l’apprendimento proficuo dell’insegnamento.


Mission e Programma sintetico
MISSION

Presupposta la conoscenza del diritto processuale penale italiano nelle sue linee generali, acquisita nel corso di studi precedenti, il corso ha l’obiettivo di approfondire il tema dell’esecuzione penale. Considerata secondaria, se non addirittura marginale, tale fase assume oggi un rilievo cruciale e rappresenta una prospettiva privilegiata da cui osservare il fenomeno dell’accertamento penale nel suo complesso. I modi del punire, le alternative alla detenzione, i benefici penitenziari sono al centro di un vivace dibattito che coinvolge non solo i tecnici della materia, ma altresì vasti settori dell’opinione pubblica, in ragione della delicatezza dei valori in gioco: inderogabilità o flessibilità della pena, retribuzione e prevenzione, neutralizzazione o recupero del reo, rigore e premialità. E ciò peraltro nella consapevolezza che il cosiddetto mito del giudicato sta subendo una lenta, ma continua erosione, dovendosi privilegiare le esigenze di giustizia rispetto a quelle formali dell’intangibilità e della certezza del giudicato, il cui fondamento giustificativo, per quanto rilevante, è di natura eminentemente pratica, così che ben può essere sacrificato in nome di istanze che rappresentano l’espressione di superiori valori costituzionali. Muovendo dai principi generali, anche di natura pattizia e costituzionale, l’analisi viene condotta con particolare attenzione alla casistica applicativa, dando conto dei più significativi orientamenti giurispr

PROGRAMMA SINTETICO

Principali argomenti oggetto del corso sono:

  • La fase esecutiva in rapporto al sistema di giustizia penale.
  • Fase esecutiva e principi costituzionali.
  • L’irrevocabilità delle sentenze e dei decreti penali di condanna.
  • Il giudicato penale: concetto ed effetti.
  • Il principio del ne bis in idem.
  • I casi di pena illegale e i relativi rimedi.
  • La giurisdizione esecutiva.
  • L’esecuzione in senso formale: soggetti, funzioni e procedure.
  • Il procedimento tipico di esecuzione e il procedimento de plano.
  • L’esecuzione in senso materiale: soggetti, funzioni e procedure.
  • L’esecuzione intramuraria delle pene detentive, con particolare riguardo alla tutela dei diritti dei detenuti.
  • L’esecuzione extramuraria delle pene detentive, con particolare riguardo all’accesso, dallo stato di libertà ovvero da quello di detenzione, agli strumenti dell’area penale esterna.

Risultati di Apprendimento Attesi (RAA)
CONOSCENZA E COMPRENSIONE
Al termine dell'insegnamento, lo studente sarà in grado di...
  • Illustrare i principi e le regole che governano la fase esecutiva.
  • Descrivere in modo approfondito le modalità di esecuzione previste dalla normativa vigente rispetto alle diverse sanzioni penali irrogabili nonché le questioni che in questa prospettiva possono aprirsi.
  • Identificare le differenti tipologie di provvedimenti che possono essere emessi nella fase esecutiva.
CAPACITA' DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE
Al termine dell'insegnamento, lo studente sarà in grado di...
  • Inquadrare le diverse problematiche che possono manifestarsi nella fase esecutiva sulla base di un corretto apparato  di conoscenze teoriche e di metodo.
  • Applicare i concetti acquisiti alla risoluzione di situazioni concrete.
  • Individuare, rispetto alle diverse problematiche, la tipologia di rimedio esperibile, anche alla luce delle prospettazioni ricostruttive elaborate dalla dottrina e delle soluzioni sviluppate dalla giurisprudenza.

Modalità didattiche
  • Lezioni frontali
  • Lezioni online
  • Analisi casi studio / Incidents guidati (tradizionali, multimediali)
DETTAGLI

L'analisi dei casi studio consiste nella disamina, in chiave critica, di provvedimenti giurisdizionali di merito e legittimità relativi a concrete vicende giudiziarie, con individuazione delle problematiche processuali affrontate e approfondimento delle soluzioni adottate. Ciascun provvedimento viene esaminato, con modalità interattive volte a stimolare il dibattito in aula, prestando, in particolare, attenzione alla sua parte motiva.


Metodi di valutazione dell'apprendimento
  Accertamento in itinere Prove parziali Prova generale
  • Prova individuale scritta (tradizionale/online)
  •   x  
  • Prova individuale orale
  •     x
    STUDENTI FREQUENTANTI E NON FREQUENTANTI

    La valutazione dell’apprendimento avviene tramite una prova individuale orale su tutto il programma del corso. Essa consiste nella prospettazione di domande sia di carattere generale, volte ad accertare il livello di conoscenza dei principi e delle regole che governano la fase dell’esecuzione penale (con specifico riferimento alle modalità di esecuzione previste dalla normativa vigente rispetto alle diverse sanzioni penali irrogabili e alle differenti tipologie di provvedimenti che possono essere emessi nella fase esecutiva)sia di carattere particolare, miranti a verificare la capacità dello studente di applicare, partendo da specifiche situazioni concrete, le conoscenze acquisite.

    In particolare, verrà richiesto allo studente di inquadrare le diverse problematiche che possono manifestarsi nella fase esecutiva e di utilizzare i concetti acquisiti per la risoluzione di situazioni concrete nonché di individuare, rispetto alle diverse problematiche, la tipologia di rimedio esperibile, anche alla luce delle prospettazioni ricostruttive elaborate dalla dottrina e delle soluzioni sviluppate dalla giurisprudenza.

    Per gli studenti interessati, frequentanti e non frequentanti, è prevista la possibilità di sostenere a metà corso una prova intermedia scritta a domande aperte. Al termine del corso è prevista una seconda prova intermedia scritta, con le stesse modalità della prima. Oggetto delle prove sarà la parte di programma già illustrata in aula. La media dei due voti costituirà il voto finale. Non è prevista la registrazione automatica. Per gli studenti che non svolgono, non superano o non intendono accettare il voto di una delle due prove intermedie è previsto l'esame orale parziale sulla sola parte di programma oggetto della prova intermedia eventualmente non sostenuta, non superata o non accettata.


    Materiali didattici
    STUDENTI FREQUENTANTI E NON FREQUENTANTI
    • M. CERESA-GASTALDO (a cura di), Procedura penale esecutiva, Torino, Giappichelli, 2020 (nelle parti rilevanti)
    • Codice di procedura penale aggiornato e contenente l’indicazione delle modifiche legislative e delle pronunce della Corte costituzionale.
    • I materiali (giurisprudenza, dottrina) utilizzati a lezione e le slides proiettate in aula, resi disponibili sulla piattaforma Bboard.
    Modificato il 14/09/2020 10:07