Insegnamento a.a. 2002-2003

5051 - PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO

Dipartimento di Accounting

Insegnamento impartito in lingua italiana


Vai alle classi: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 12

Docente responsabile dell'insegnamento:
FRANCO AMIGONI

Docenti responsabili delle classi:
Classe 1: FRANCO AMIGONI, Classe 2: ANDREA DOSSI, Classe 3: ANNA ISIDE PISTONI, Classe 4: FRANCO FLAVIO MIROGLIO, Classe 5: GIOVANNI PAOLO TOMASI, Classe 6: ANTONELLA CUGINI, Classe 7: DA DEFINIRE, Classe 8: GIANLUCA MELONI

Obiettivi formativi del corso

Il corso ha per oggetto i criteri di progettazione e le modalità di funzionamento e di impiego dei meccanismi operativi di programmazione e controllo che vengono utilizzati nelle imprese operanti nei più vari settori, con particolare riferimento a quelli connessi alla rilevazione ed al calcolo dei costi di produzione.

Oltre a fornire agli studenti i fondamentali schemi teorici di riferimento, il corso si propone di sviluppare nel partecipante, per il tramite di case studies ed esercitazioni, capacità di analisi e di interpretazione dei metodi di determinazione quantitativa a supporto dei processi di governo delle attività d´impresa.


Programma sintetico del corso
  • Il ruolo della contabilità direzionale e del controllo di gestione nelle aziende moderne con specifico riferimento all´evoluzione dell´ambiente tecnologico e alle sue relazioni con il sistema delle misurazioni economiche. 

  • I metodi di rilevazione e di calcolo dei costi di produzione in relazione alle diverse tipologie di processi produttivi (lo schema di riferimento generale, il calcolo dei costi per commessa, il calcolo dei costi per processo).

  • I sistemi a costi standard.

  • I metodi di imputazione dei costi indiretti.

  • I metodi e le logiche di governo dei costi (con particolare riguardo all´analisi Costi - Volumi - Risultati, al calcolo economico nelle decisioni operative, alle problematiche di misurazione economica nelle produzioni tecnicamente congiunte, all´Activity-Based Costing). 

  • Il budget e la programmazione della gestione.

  • La responsabilizzazione economica: l´articolazione per aree di risultato, la definizione dei centri di responsabilita´ e i prezzi di trasferimento.

     


Testi d'esame
  • J.G. BURCH, Contabilità direzionale e controllo di gestione, Milano, EGEA, 2000.

  • AA.VV., Programmazione e Controllo: temi d´esame, Milano, EGEA, 2002. 

  • AA.VV., Programmazione e Controllo: casi, Milano, EGEA, 2002. 


Descrizione dettagliata delle modalità d'esame

La prova d´esame consiste nello svolgimento di una prova scritta obbligatoria e di un esame orale integrativo facoltativo. La prova orale deve essere sostenuta entro la stessa sessione di esame dello scritto. Sono previste per i frequentanti due prove di accertamento, collocate rispettivamente verso la metà ed alla fine del corso, il cui esito positivo può sostituire l´esame.


Docente responsabile dell'insegnamento:
MARCO AGLIATI

Classi: 12 (II sem.)
Docenti responsabili delle classi:
Classe 12: MARCO AGLIATI

Obiettivi formativi del corso

Il corso ha per oggetto i criteri di progettazione e le modalità di funzionamento e di impiego dei meccanismi operativi di programmazione e controllo che vengono utilizzati nelle imprese operanti nei più vari settori, con particolare riferimento a quelli connessi alla rilevazione ed al calcolo dei costi di produzione.

Oltre a fornire agli studenti i fondamentali schemi teorici di riferimento, il corso si propone di sviluppare nel partecipante, per il tramite di case studies ed esercitazioni, capacità di analisi e di interpretazione dei metodi di determinazione quantitativa a supporto dei processi di governo delle attività d´impresa.


Programma sintetico del corso
  • Il ruolo della contabilità direzionale e dei sistemi di programmazione e controllo nelle aziende moderne: le esigenze di governo della gestione e la natura delle misure analitiche.

  • I metodi di rilevazione dei costi di produzione con riferimento a diverse tipologie di processi produttivi: lo schema generale di riferimento per il calcolo dei costi per commessa e per processo, i costi standard.

  • Le logiche di trattamento dei costi indiretti: i criteri di allocazione, le modalita´ di accumulazione alle dimensioni analitiche di analisi, le strategie di imputazione, dagli approcci tradizionali a quelli basati sulle attivita´.

  • I metodi e le logiche di gestione e impiego dei costi di produzione: l´analisi delle relazioni costi, volumi e risultati, il calcolo differenziale e le analisi economiche per il supporto delle decisioni operative.

  • Gli strumenti di contabilita´ direzionale a supporto dei processi di programmazione e controllo della gestione: il sistema di budget, la contabilita´ per centri di responsabilita´, l´analisi economica per aree di risultato, i prezzi di trasferimento.


Testi d'esame
  •  J.G. BURCH, Contabilità direzionale e controllo di gestione, Milano, EGEA, 2000.

  •  AA.VV., Programmazione e Controllo: temi d´esame, Milano, EGEA, 2002.


Descrizione dettagliata delle modalità d'esame

La prova d´esame consiste nello svolgimento di una prova scritta obbligatoria e di un esame orale integrativo facoltativo. La prova orale deve essere sostenuta entro la stessa sessione di esame dello scritto. Sono previste per i frequentanti due prove di accertamento, collocate rispettivamente verso la metà ed alla fine del corso, il cui esito positivo può sostituire l´esame.

 

© Università Bocconi - Via Sarfatti, 25 Milano