Info
Foto sezione
Logo Bocconi

GUIDE ALL'UNIVERSITA'

A.A. 2018-2019
Corso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza



6.
PROCEDURE, REGOLE E SCADENZE AMMINISTRATIVE

  

6.1.
Passaggi agli anni di corso successivi al primo
 
6.1.1.
Regole

Gli studenti iscritti al primo anno di corso sono ammessi al successivo solo se hanno acquisito almeno 24 crediti di primo anno entro la sessione di:

  • luglio 2018  per gli iscritti all’anno accademico 2017-2018;
  • luglio 2019 per gli iscritti all’anno accademico 2018-2019.

       

Si precisa che tali crediti si riferiscono esclusivamente agli insegnamenti presenti nel piano studi del I anno di corso e comprendono anche i crediti formativi maturati con il superamento di ogni singolo modulo ove previsto dall'insegnamento. Non rientrano nel calcolo i crediti relativi all'esame di inglese giuridico e della seconda lingua straniera conseguiti mediante il riconoscimento di una certificazione internazionale (vedi "Modalità di accertamento delle conoscenze").
La verifica del conseguimento dei crediti richiesti per il passaggio al secondo anno è effettuata al termine della sessione d'esame di luglio.
Chi non risulti in possesso di tale requisito non può partecipare alla sessione d'esame di settembre e deve effettuare l'iscrizione all'anno accademico in qualità di "ripetente" di primo anno di corso.
L'iscrizione in qualità di ripetente, rinnovando il diritto di frequenza alle lezioni, non consente l'accesso agli appelli d'esame prima che sia terminata la didattica per il semestre in cui l'insegnamento è impartito.

Gli studenti regolarmente iscritti all'anno accademico come "in corso" o "ripetenti":

  • hanno assegnata una classe per seguire la didattica;
  • sono ammessi alle prove intermedie e agli esami;
  • hanno accesso ai vari servizi offerti dall'Università (Biblioteca, aule informatica ecc.).

Per i passaggi dal secondo al terzo anno e successivi non sono previsti vincoli.

Dopo il quinto anno, lo studente che non ha ancora completato gli studi, si iscrive di norma come fuori corso; rimane comunque la possibilità di iscrizione in qualità di ripetente di corso.

Modificato il 10/07/2018 15:53

6.1.2.
Procedure e scadenze amministrative per l'iscrizione al primo anno ripetente, secondo anno di corso e successivi
Le iscrizioni devono essere effettuate tramite Punto Blu nel periodo:
  • 30 luglio - 30 agosto 2018 per l'iscrizione al primo anno ripetente, secondo e terzo anno;
  • 26 luglio - 30 agosto 2018 per l'iscrizione al quarto e quinto anno.

Le modalità operative sono le seguenti:
  • selezionare dal menu principale del Punto Blu la funzione "Iscrizione anno accademico";
  • inserire i dati richiesti per l'iscrizione.

Con la funzione "Iscrizione anno accademico" il sistema propone in automatico:
  • agli studenti che entro la sessione d'esame di luglio hanno raggiunto i 24 crediti formativi, l'iscrizione al secondo anno regolare di corso e la scelta di un insegnamento tra Diritto comparato privato oppure Diritto comparato pubblico;
  • agli studenti che entro la sessione d'esame di luglio NON hanno raggiunto i 24 crediti formativi, l'iscrizione come ripetente di primo anno di corso;
  • agli studenti già iscritti al secondo anno di corso, l’iscrizione al terzo anno di corso e la scelta della seconda lingua straniera;
  • agli studenti già iscritti al terzo anno di corso, l’iscrizione al quarto anno regolare di corso e la scelta di un insegnamento tra Diritto amministrativo - modulo 1A oppure Diritto amministrativo - modulo 1B e la scelta del percorso;
  • agli studenti già iscritti al quarto anno di corso, l’iscrizione al quinto anno regolare di corso, la scelta degli insegnamenti opzionali di percorso e la scelta di due attività da 6 crediti tra stage e seminari per lo sviluppo di abilità professionali in alternativa a due opzionali.

L'iscrizione all'anno accademico, effettuata tramite Punto Blu, ha efficacia a decorrere dall'avvenuta registrazione del versamento della prima rata di tasse e contributi universitari nella carriera dello studente. Il mancato versamento dell'acconto di prima rata di tasse e contributi universitari entro il 7 settembre 2018 comporta, pertanto, l'impossibilità per lo studente di compiere, presso l'Università, atti amministrativi o didattici e di usufruire dei servizi erogati agli studenti.
Si ricorda agli studenti che, in caso non si iscrivano per qualsiasi ragione entro il 30 agosto 2018, possono iscriversi nel periodo 31 agosto - 31 dicembre 2018 (*) ma con conseguente addebito delle prescritte penali per il ritardo (per informazioni dettagliate consultare il sito all'indirizzo www.unibocconi.it/tca).
Dopo il 31 dicembre 2018 l'iscrizione è possibile solo in qualità di studente fuori corso o fuori corso intermedio e comporta l'addebito delle prescritte penali (per informazioni dettagliate consultare il sito all'indirizzo www.unibocconi.it/tca).
(*) Poiché il 31 dicembre 2018 è un giorno festivo, il termine si intende prorogato al primo giorno lavorativo successivo (3 gennaio 2019).
Modificato il 20/07/2018 09:31

6.2.
Scelta/modifica lingua straniera
  
6.2.1.
Modifica prima lingua straniera
A tutti gli studenti di primo anno viene automaticamente assegnato in piano studi l’inglese come prima lingua straniera.
Eventuali studenti di primo anno di madrelingua inglese (la cui prima lingua curriculare deve essere differente dall'inglese, vedi capitolo "Lingue straniere") sono tenuti ad effettuare il cambio della prima lingua dopo il perfezionamento dell'immatricolazione tramite Punto Blu entro il 19 settembre 2018.
Eventuali cambi di lingua possono essere effettuati anche nel periodo 7 gennaio - 18 gennaio 2019, tramite apposito modulo che deve essere ritirato e consegnato presso il Desk Divisione Didattica.

Inoltre, nei periodi 26 luglio - 19 settembre 2018 e 7 - 18 gennaio 2019, al fine di ottenere l'esonero dal superamento della prova d’esame inglese giuridico, è possibile effettuare richiesta di convalida del voto registrato nell’ esame di lingua inglese. Ulteriori informazioni sono consultabili in "Lingue straniere".
Modificato il 25/05/2018 16:52

6.2.2.
Scelta/modifica seconda lingua straniera
Gli studenti devono scegliere la seconda lingua straniera all'atto dell'iscrizione al terzo anno di corso (30 luglio - 30 agosto 2018).

Nel periodo 30 luglio - 19 settembre 2018 e 7 - 18 gennaio 2019 gli studenti di terzo anno possono eventualmente effettuare il cambio della seconda lingua straniera tramite Agenda dello studente you@B in Punto Blu.

Gli studenti di quarto e quinto anno possono eventualmente effettuare il cambio della seconda lingua straniera tramite modulo da ritiare e compilare presso il Desk Divisione Didattica nel periodo 26 luglio - 19 settembre 2018 e 7 - 18 gennaio 2019.
Tutte le informazioni relative alla scelta della lingua e ai corsi offerti sono consultabili in "Lingue straniere".
Modificato il 20/07/2018 11:53

6.3.
Modifica insegnamenti di secondo anno di corso

Nel periodo 30 luglio - 30 agosto 2018 gli studenti che si iscrivono al secondo anno di corso possono modificare le scelte effettuate relativamente agli insegnamenti di Diritto comparato privato oppure Diritto comparato pubblico compilando l'apposito modulo in distribuzione presso il Desk Divisione Didattica.

Tale modifica è consentita, con le stesse modalità, anche agli studenti che si iscrivano al terzo, quarto e quinto anno di corso. In questo caso l’insegnamento modificato rimane posizionato nel piano studi di secondo o terzo anno di corso e lo studente, non essendo tenuto a completare la frequenza della didattica, ha la possibilità di iscriversi all’esame in questione a partire dal primo appello disponibile.


Modificato il 25/05/2018 16:58

6.4.
Piano studi quarto anno a.a 2018-2019
 
6.4.1.
Scelta percorso di studio
Gli studenti, all’atto dell’iscrizione al quarto anno di corso (26 luglio - 30 agosto 2018), devono scegliere il percorso di studio ai fini dell’inserimento in piano studi dei relativi insegnamenti obbligatori a scelta.

Nello stesso periodo gli studenti possono modificare la scelta del percorso effettuata all’atto dell’iscrizione all’anno di corso.

Prima di scegliere il percorso di studi si consiglia di prendere visione dei relativi programmi ed orari di lezione pubblicati sul sito Bocconi nelle sezioni dedicate.

Gli studenti Bocconi partecipanti ai programmi internazionali possono registrare in carriera, con riferimento al piano studi di quarto anno, il superamento di esami sostenuti all’estero anticipando così gli opzionali dal quinto al quarto anno.
Modificato il 28/05/2018 15:59

6.4.2.
Modifica percorso di studi

Nel periodo 26 luglio - 30 agosto 2018 e 7 - 18 gennaio 2019 gli studenti di quarto anno di corso possono modificare il percorso di studi.
Nel periodo 26 luglio - 30 agosto 2018 gli studenti di quinto anno di corso possono eventualmente modificare, per l'ultima volta, il percorso di studi.


Modificato il 09/07/2018 09:56

6.5.
Piano studi quinto anno a.a. 2018-2019
  
6.5.1.
Scelta insegnamenti opzionali
All’atto dell’iscrizione al quinto anno di corso (26 luglio - 30 agosto 2018) gli studenti devono scegliere gli insegnamenti opzionali sia di I che di II semestre sulla base del percorso scelto al quarto anno di corso, selezionando, ove richiesto, la lingua della didattica, ai fini del relativo inserimento in piano studi. Si precisa che almeno un insegnamento opzionale deve essere scelto tra quelli impartiti in lingua inglese.

Prima di scegliere gli insegnamenti opzionali si consiglia di prendere visione dell’elenco degli insegnamenti disponibili per l’anno accademico di riferimento, dei relativi programmi e degli orari di lezione pubblicati sul sito Bocconi nelle sezioni dedicate, e infine della tabella delle iterazioni.
Inoltre sempre all’atto dell’iscrizione il sistema propone di esprimere la scelta di due attività in alternativa a due opzionali da scegliere tra i seminari per lo sviluppo di abilità professionali e lo stage. Nello stesso periodo (26 luglio - 30 agosto 2018) gli studenti possono modificare tramite Punto Blu la scelta degli opzionali effettuata all’atto dell’iscrizione.

Vengono valutate da parte del Direttore del Corso di laurea magistrale le richieste di passaggio al "piano libero" solo in casi eccezionali (riconoscimento esami sostenuti all’estero). La domanda dovrà essere presentata presso il Desk Divisione Didattica.
 
Si precisa che le sopracitate richieste possono essere presentate solo dopo aver completato la procedura di iscrizione all’anno accademico entro i termini previsti.

Agli studenti, che partecipano ad un programma internazionale, si consiglia all’atto dell’iscrizione all’anno accademico, di scegliere insegnamenti opzionali coerenti con i propri interessi nell’eventualità in cui, al rientro dal programma internazionale, vogliano sostenere esami in Bocconi. Sarà comunque data loro, una volta completata la procedura di conversione e di registrazione in carriera degli esami sostenuti all’estero, la possibilità di modificare il piano di studi (vedi Modifica di piano studi e riconoscimento esami superati all’estero per studenti di quinto anno partecipanti a programmi internazionali) oltre che nei periodi previsti per la totalità degli studenti (24 luglio - 30 agosto 2018 e 7 - 18 gennaio 2019), una sola ulteriore volta.
Modificato il 20/07/2018 16:18

6.5.2.
Assegnazione insegnamenti opzionali e limiti posti
A seguito dell’iscrizione all’anno accademico viene effettuata l’assegnazione degli insegnamenti opzionali prescelti di I e II semestre.

L’assegnazione degli insegnamenti opzionali avviene in base all’ordine progressivo d’iscrizione registrato all’atto della scelta/modifica insegnamento.
Ad ogni classe d’insegnamento opzionale non possono essere attribuiti più di 110 studenti.

Non rientrano in tale limite gli studenti partecipanti ai programmi internazionali provenienti da università estere.

Gli studenti Bocconi partecipanti ai programmi internazionali possono inserire insegnamenti che in Bocconi hanno già superato la soglia massima di iscritti solo al fine di registrare in carriera il superamento di esami sostenuti all’estero.

Gli studenti iscritti al quinto anno di corso, possono scegliere 2 seminari da 3 crediti ciascuno, in sostituzione di un insegnamento opzionale. Ad ogni singolo seminario non possono essere attribuiti più di 60 studenti. Anche per i seminari l’assegnazione avviene in base all’ordine progressivo d’iscrizione registrato all’atto della scelta/modifica.

Per maggiori informazioni sulla modalità di scelta degli insegnamenti opzionali, vedi "Piani di studio e attività formative".

Gli studenti che si iscrivono all’anno accademico dopo il 30 agosto 2018 e in particolare nel periodo 31 agosto - 31 dicembre 2018 (*) possono effettuare la scelta degli insegnamenti opzionali/seminari di I e II semestre sulla base dell’elenco di insegnamenti/seminari ancora disponibili alla data di iscrizione all’anno accademico.
(*) Poiché il 31 dicembre 2018 è un giorno festivo, il termine si intende prorogato al primo giorno lavorativo successivo (3 gennaio 2019).
Modificato il 28/05/2018 16:11

6.5.3.
Sostituzione insegnamenti di I-II semestre con insegnamenti di II semestre
Nel periodo 7 -18 gennaio 2019 è possibile sostituire gli insegnamenti opzionali di I e II semestre presenti in piano studi con altri insegnamenti, purché relativi al II semestre del corrente anno accademico.

Tali sostituzioni dovranno sempre avvenire nel rispetto dei vincoli numerici riportati in "Assegnazione insegnamenti opzionali".
Modificato il 19/07/2018 16:22

6.5.4.
Modifica di piano studi e riconoscimento esami superati all’estero per studenti di quinto anno a.a 2018/2019 partecipanti a programmi internazionali
Nel caso di esami sostenuti all’estero e riconosciuti senza corrispondenza, relativamente agli esami obbligatori di percorso, gli studenti possono mantenere lo stesso percorso, purché l’insegnamento riconosciuto abbia lo stesso SSD (Settore Scientifico Disciplinare) e crediti dell’insegnamento obbligatorio a scelta a cui si riferisce il percorso stesso. L’esame sostenuto all’estero senza corrispondenza e il percorso devono essere approvati dal Direttore del corso di laurea magistrale prima della partenza.
Nell’ambito della procedura di riconoscimento degli esami sostenuti all’estero, lo studente può:
  • inserire gli esami senza corrispondenza (fino ad un massimo di quattro insegnamenti) sia in sostituzione degli insegnamenti opzionali della rosa ristretta purchè afferente al settore IUS, sia in sostituzione degli opzionali della rosa allargata;
  • inserire gli esami con corrispondenza, nel rispetto delle regole del proprio percorso.

Agli studenti Bocconi partecipanti ai programmi internazionali sarà data la possibilità di modificare il piano di studi, al loro rientro, oltre che nei periodi previsti per la totalità degli studenti (26 luglio - 30 agosto 2018 e 7 - 18 gennaio 2019), una sola ulteriore volta (vedi "Assegnazione insegnamenti opzionali") attraverso l'Agenda dello studente yoU@B.
Una volta conclusa la procedura di conversione e quando gli esami superati all’estero saranno registrati in carriera, lo studente riceverà un messaggio in Agenda yoU@B che lo avvisa della possibilità di modificare il piano di studi tramite il Punto Blu. Oltre alla modifica per inserire gli insegnamenti superati all’estero, lo studente potrà inserire eventuali insegnamenti di secondo semestre da sostenere in Bocconi che abbiano ancora posti disponibili.
Modificato il 19/07/2018 16:23

6.6.
Insegnamenti in sovrannumero
Gli insegnamenti in sovrannumero sono insegnamenti cui corrispondono crediti oltre i 300 necessari per conseguire la laurea magistrale. Sono selezionabili dal paniere degli insegnamenti opzionali e dalle lingue e possono essere inseriti nel piano studi in numero non superiore a tre solo dopo che siano stati superati gli esami relativi agli insegnamenti dei primi 3 anni di corso.
Ai fini del calcolo della media sono considerati al massimo 2 esami in sovrannumero (quelli nei quali sono stati conseguiti i voti più alti e a parità di voto quelli con un numero di crediti maggiore).

La scelta degli esami in sovrannumero viene effettuata con apposito modulo da ritirare e consegnare debitamente compilato presso il Desk Divisione Didattica nel periodo 26 luglio 2018 - 18 gennaio 2019.
Si precisa che:
  • l’assegnazione di insegnamenti opzionali in sovrannumero è subordinata alla disponibilità di posti;
  • inoltre, gli insegnamenti opzionali in sovrannumero, se disponibili, vengono inseriti nel piano studi dopo l’assegnazione degli insegnamenti opzionali presenti in carriera come scelta/modifica piano di studi, ovvero dopo il 31 agosto 2018 per gli insegnamenti di I semestre, e dopo il 19 gennaio 2019 per gli insegnamenti di II semestre.

L’eventuale eliminazione degli esami in sovrannumero viene effettuata presentando domanda in carta libera presso il Desk Divisione Didattica. Non è possibile eliminare dal piano studi un esame già registrato con esito positivo.
Modificato il 28/05/2018 16:16

6.7.
Cambi di corso di laurea

 

6.7.1.
Regole

Durante il primo anno non sono ammessi cambi di corso di laurea.

I cambi di corso di laurea sono ammessi tra corsi di laurea con base disciplinare differente al termine del primo, del secondo, del terzo anno.

L'anno di corso di ammissione è stabilito dal Direttore di corso di laurea, in considerazione del curriculum accademico dello studente.

Per presentare domanda di cambio di corso di laurea è necessario che lo studente sia preventivamente iscritto al corso di laurea di provenienza per l'anno accademico entrante (al primo anno in qualità di ripetente o ad anni successivi al primo).

Nel passaggio da corso di laurea di provenienza a corso di laurea di destinazione sono definiti:

  • uguali gli esami relativi a insegnamenti che nel corso di laurea di provenienza e di destinazione hanno stessa denominazione, stesso codice e stesso numero di crediti (esami sostenuti in comune);
  • da integrare gli esami relativi a insegnamenti che nel corso di laurea di provenienza e di destinazione si riferiscono a insegnamenti relativi ai medesimi settori scientifico-disciplinari, ma presentano o un programma sensibilmente diverso pur avendo lo stesso numero di crediti oppure un numero di crediti superiore nel corso di laurea di destinazione rispetto a quello di provenienza; il voto finale dell'esame sarà calcolato come media ponderata dei voti ottenuti nel corso di laurea di provenienza e di destinazione;
  • in eccesso gli esami previsti nel corso di laurea di provenienza e non nel corso di laurea di destinazione. Si precisa che gli esami obbligatori superati nel corso di laurea di provenienza, non previsti nel piano studi del corso di laurea di destinazione, possono essere riconosciuti, oltre che come esami in sovrannumero, anche come insegnamenti opzionali, previa valutazione del Direttore del corso di studi di destinazione.

Si precisa inoltre che per gli insegnamenti presenti nel piano studi di destinazione in anni antecedenti a quello di ammissione è assegnata la frequenza. In questo modo lo studente ha la possibilità di iscriversi agli esami per gli insegnamenti presenti nel piano studi di destinazione di anni precedenti a quello di ammissione, a partire dal primo appello disponibile.

Modificato il 20/03/2018 14:00

6.7.2.
Procedure e scadenze amministrative
Gli studenti possono presentare domanda di cambio di corso di laurea tramite specifica procedura disponibile in agenda yoU@B nel periodo 30 luglio - 24 agosto 2018 esprimendo la preferenza per un massimo di due corsi di laurea (prima e seconda scelta).
Sempre entro tale data è possibile rinunciare alla domanda di cambio di corso di laurea o cambiare il corso di laurea di destinazione prescelto. Per presentare domanda di cambio di corso di laurea è necessario che lo studente sia preventivamente iscritto per l’'a.a. 2018-2019 al corso di laurea di provenienza.
Il 4 settembre 2018 lo studente riceve tramite Agenda dello studente yoU@B l'esito della domanda di cambio corso di laurea unitamente alla specifica del corso di laurea di destinazione e della classe assegnata.
Lo studente che intende rinunciare al cambio corso di laurea ha 5 giorni di tempo dalla pubblicazione degli esiti per presentare specifica rinuncia scritta presso il Desk Divisione Didattica.

Modificato il 08/11/2018 12:36

6.8.
Trasferimenti ad altra università
Lo studente dell'Università Bocconi può trasferirsi ad altra università presentando domanda di congedo, redatta su apposito modulo da ritirare e consegnare debitamente compilato presso il Desk Divisione Didattica - con l'indicazione dell'università presso la quale intende trasferirsi, nonché del corso di laurea che intende seguire.

Si consiglia allo studente di verificare presso l'università di destinazione il termine ultimo previsto per il ricevimento della documentazione di trasferimento, al fine di presentare la domanda in tempo utile per lo svolgimento della pratica.

Lo studente che presenti domanda di trasferimento nel periodo 24 luglio - 28 settembre 2018 non è tenuto all'iscrizione all'a.a. 2018-2019; lo studente che invece presenti tale domanda dall'1 ottobre 2018 e comunque entro il 31 dicembre 2018(*) è tenuto all'iscrizione all'a.a. 2018-2019.
Lo studente iscritto che presenti domanda di trasferimento è tenuto a rivolgersi all'Ufficio Fees Funding and Housing per la verifica della propria posizione relativa a tasse e contributi universitari.
Alla domanda di trasferimento devono essere allegati:
  • marca da bollo del valore di euro 16,00;
  • curriculum accademico e tessera magnetica (ad eccezione della tessera magnetica con funzionalità bancarie);
  • ricevuta del versamento del contributo per il rilascio del foglio di congedo;
  • nullaosta rilasciato dalla Biblioteca dell'Università Bocconi dalla quale risulti che lo studente non ha più alcun libro in prestito;
  • nullaosta dell'Ufficio Fees Funding and Housing.
Lo studente trasferito ad altra università non potrà far ritorno all'Università Bocconi nel corso dello stesso anno accademico di presentazione della domanda di trasferimento, ad eccezione degli studenti che non hanno compiuto alcun atto amministrativo presso l’Università di destinazione.

Lo studente che intende proseguire gli studi nelle Accademie Militari italiane o in università estere deve presentare un’apposita domanda secondo le indicazioni fornite dal Desk Divisione Didattica.

(*) Poiché il 31 dicembre 2018 è un giorno festivo, il termine si intende prorogato al primo giorno lavorativo successivo (3 gennaio 2019).
Modificato il 04/06/2018 10:58

6.9.
Interruzione temporanea

Per gli studenti impegnati nell'anno di svolgimento del servizio militare, del servizio civile, per le studentesse per l'anno di nascita di ciascun figlio e per gli studenti costretti a interrompere gli studi a causa di infermità gravi e prolungate debitamente certificate, è prevista la possibilità di chiedere l'interruzione temporanea degli studi ai sensi del DPCM 09/04/2001.

L'interruzione temporanea degli studi comporta l'impossibilità per lo studente di compiere presso l'Università atti amministrativi o didattici e di usufruire dei servizi erogati agli studenti. Gli anni di mancata iscrizione non sono conteggiati nella carriera dello studente ai fini della decadenza.
Per ciascun anno di interruzione temporanea lo studente è tenuto al pagamento di un diritto fisso stabilito dall'Ufficio Fees Funding and Housing.

Modificato il 28/05/2018 16:21

6.10.
Decadenza

Decorsi otto anni accademici dopo il termine della durata normale del corso di studi (cinque anni), a partire dalla prima immatricolazione nel sistema universitario, la carriera dello studente è sottoposta a idonea valutazione. In caso di esito positivo, sarà definito il nuovo termine massimo, di norma corrispondente alla durata normale del corso di studi, entro il quale devono essere completate le attività formative.

Nel computo del numero massimo di anni fuori corso e ripetenze non si tiene conto dei periodi di temporanea interruzione degli studi richiesti ai sensi del DPCM 09/04/2001 (servizio militare, servizio civile, anno di nascita di ciascun figlio e infermità gravi e prolungate debitamente certificate). 
In caso di successiva ripresa degli studi, i crediti precedentemente acquisiti sono sottoposti a valutazione di non obsolescenza.
La decadenza non colpisce coloro che abbiano superato tutti gli esami di profitto e siano in debito unicamente della prova finale di laurea.

Modificato il 20/03/2018 14:00

6.11.
Rinuncia al proseguimento degli studi universitari
Lo studente ha facoltà di rinunciare in qualsiasi momento agli studi intrapresi, chiudendo così la propria carriera accademica presso questa Università.
La rinuncia deve essere manifestata con atto scritto in modo chiaro ed esplicito.
La domanda di rinuncia deve essere redatta su apposito modulo, da ritirare e consegnare debitamente compilato presso il Desk Divisione Didattica.

Lo studente iscritto al primo anno di corso per l'a.a. 2018-2019 che intenda presentare domanda di rinuncia dovrà invece seguire la seguente tempistica:
  • entro il 3 dicembre 2018: è tenuto a rivolgersi solo al Desk dell'Ufficio Ammissioni (p.zza Sraffa 13, accessibile dallo Sportello Unico);
  • successivamente a tale data: è tenuto a rivolgersi direttamente al Desk Divisione Didattica.
Alla domanda, in cui lo studente dichiara di non aver pendenze nei confronti dell'Ufficio Fees Funding and Housing, della Biblioteca o di altri Uffici dell'Università, deve essere allegata una marca da bollo del valore di euro 16,00.
Si precisa che lo studente è tenuto a versare i contributi universitari dovuti fino al momento in cui presenta la domanda di rinuncia, nel rispetto delle scadenze definite dall'Ufficio Fees, Funding and Housing.

Chi presenti domanda di rinuncia deve, pertanto, rivolgersi all'Ufficio Fees, Funding and Housing per la verifica relativa alla propria posizione rispetto a tasse e contributi universitari i cui termini di versamento risultino eventualmente già scaduti.
Modificato il 28/05/2018 16:23