Facebook pixel
Info
Foto sezione
Logo Bocconi

Insegnamento a.a. 2020-2021

50146 - DIRITTO COMMERCIALE (CORSO PROGREDITO) - CASI E QUESTIONI DI DIRITTO SOCIETARIO

Dipartimento di Studi Giuridici

Insegnamento impartito in lingua italiana

Vai alle classi: 31

GIO (6 cfu - I sem. - OP  |  IUS/04)
Docente responsabile dell'insegnamento:
MARIO NOTARI

Classi: 31 (I sem.)
Docenti responsabili delle classi:
Classe 31: MARIO NOTARI


Conoscenze pregresse consigliate
PROPEDEUTICITA'

Per i soli studenti iscritti al CLMG gli insegnamenti di Istituzioni di diritto privato e di Diritto commerciale sono propedeutici al corso DIRITTO COMMERCIALE (CORSO PROGREDITO) - CASI E QUESTIONI DI DIRITTO SOCIETARIO


Mission e Programma sintetico
MISSION

l corso costituisce un approfondimento di alcuni istituti già esaminati nel programma del corso di Diritto commerciale, mediante l’analisi di una selezione di casi e questioni di diritto societario, prevalentemente in tema di società di capitali. Per ciascun argomento selezionato, in particolare, si procede su due piani: (1) viene anzitutto esaminata in dettaglio la disciplina dell’istituto giuridico, mediante lo studio delle norme e di un testo obbligatorio (articolo, capitolo o commento); (2) viene quindi presentato e discusso un caso avente ad oggetto il medesimo argomento, sulla base di una sentenza, di un lodo arbitrale o di una ipotetica controversia.

PROGRAMMA SINTETICO

La selezione dei casi e delle questioni oggetto di analisi riguarda essenzialmente l’assemblea delle società per azioni e riguarda i diversi profili dell’invalidità delle deliberazioni assembleari, del procedimento assembleare, dei conflitto di interessi, del voto e del recesso, nonché dei sindacati di voto.


Risultati di Apprendimento Attesi (RAA)
CONOSCENZA E COMPRENSIONE
Al termine dell'insegnamento, lo studente sarà in grado di...
  • Conoscere e comprendere le problematiche interpretative e applicative di alcuni istituti della disciplina delle societa' per azioni.
CAPACITA' DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE
Al termine dell'insegnamento, lo studente sarà in grado di...
  • Analizzare casi concreti di diritto societario, individuare la disciplina applicabile ed elaborare gli elementi principali di atti giudiziari del procedimento contenzioso.
  • Elaborare un testo scritto contenente gli elementi essenziali derivanti dall'analisi del caso concreto.

Modalità didattiche
  • Lezioni frontali
  • Esercitazioni (esercizi, banche dati, software etc.)
  • Lavori/Assignment individuali
DETTAGLI

Le lezioni frontali hanno ad oggetto, per ogni argomento, un approfondimento teorico dell'istituto giuridico. Le esercitazioni consistono nella presentazione di un caso ipotetico di media complessità e nella discussione in aula, durante la quale è richiesto agli studenti di individuare:

  • Lo strumento processuale idoneo a realizzare gli interessi delle parti coinvolte nel caso.
  • Le domande e i risultati che possono essere conseguiti tramite detto strumento processuale.
  • Gli argomenti a sostegno delle domande e i possibili argomenti contrari.

I lavori individuali (facoltativi) consistono nella redazione a casa di un elaborato scritto (di massime 700 parole) relativamente a un nuovo caso fornito dai docenti. I lavori individuali non vengono valutati, ma costituiscono oggetto di una correzione collettiva in una lezione a ciò dedicata, mediante l'esame di un esempio di soluzione del caso.


Metodi di valutazione dell'apprendimento
  Accertamento in itinere Prove parziali Prova generale
  • Prova individuale scritta (tradizionale/online)
  •     x
    STUDENTI FREQUENTANTI E NON FREQUENTANTI

    L’esame si svolge esclusivamente in forma scritta (mediante la piattaforma informatica, sino a nuove disposizioni), in ciascuno degli appelli previsti dal calendario del corso. La prova scritta è composta di due parti:

    (1) la Prima Parte consiste nell’esame di un caso ipotetico, vertente sugli istituti oggetto d’esame e liberamente tratto dai casi esaminati durante il corso, e nella conseguente redazione di una relazione nella quale lo studente dovrà esporre e illustrare:

    —   (a) l’azione e/o lo strumento processuale idonei a soddisfare le esigenze del caso concreto (indicativamente massime 100 parole);

    —   (b) le domande proponibili nell’azione (petitum) e il titolo giuridico sul quale si fonda l’azione prescelta (causa petendi) (indicativamente massime 100 parole);

    —   (c) i motivi e le possibili argomentazioni contrarie (indicativamente massime 500 parole);

    (2) la Seconda Parte consiste nella trattazione teorica di uno o più aspetti di uno degli istituti in programma, sulla base dei “testi specifici” indicati nella tabella allegata (indicativamente massime 500 parole).

    Durante lo svolgimento della prova scritta è concessa la consultazione del codice civile e delle altre leggi rilevanti.

    Il voto complessivo dell’esame è indicativamente ripartito nelle seguenti componenti: fino a 18 punti per la Prima Parte [dei quali, fino 6 punti per le lettere (a) e (b); fino a 12 punti per la lettera (c)]; fino a 12 punti per la Seconda Parte.

    Gli studenti in debito d’esame, che devono ancora passare l’esame del corso 50146 di a.a. fino al 2017-2018 (8 crediti), devono sostenere l’esame in forma scritta, nelle stesse date degli studenti in corso, sulla base del programma e dei contenuti del corso 50146 tenuto sino all’a.a. 2017-2018. Potrà pertanto essere predisposto un testo d’esame differente rispetto agli studenti che sostengono l’esame sulla base del programma in vigore dall’a.a. 2018-2019, basato sugli argomenti e sui testi previsti nel programma in vigore prima dell’a.a. 2018-2019.


    Materiali didattici
    STUDENTI FREQUENTANTI E NON FREQUENTANTI

    L’esame viene preparato sulla base dei testi obbligatori (articoli, capitoli o commenti) e delle sentenze e/o lodi arbitrali specificamente indicati nel Programma d’aula inserito nella Repository informatizzata del corso, variabili per ciascun anno di corso.

    Modificato il 02/09/2020 18:47