Facebook pixel
Info
Foto sezione
Logo Bocconi

Insegnamento a.a. 2011-2012

30071 - ECONOMIA AZIENDALE E DELLE ISTITUZIONI CULTURALI - MODULO 1 (AZIENDALE)


CLEACC
Dipartimento di Management e Tecnologia

Insegnamento impartito in lingua italiana


Vai alle classi: 12 - 13

CLEACC (9 cfu - I sem. - OB  |  SECS-P/07)
Docente responsabile dell'insegnamento:
PAOLA DUBINI

Classi: 12 (I sem.) - 13 (I sem.)
Docenti responsabili delle classi:
Classe 12: PAOLA DUBINI, Classe 13: PAOLA ANNA VARACCA CAPELLO


Obiettivi formativi del corso

L'insegnamento di Economia aziendale introduce il vasto campo delle discipline che trattano dell'economia delle aziende di vario ordine (le aziende di produzione, le aziende familiari, le aziende delle amministrazioni pubbliche) negli aspetti della gestione, dell'organizzazione e della rilevazione.
Quale insegnamento introduttivo, il corso si propone di:

  • trasmettere i concetti e il linguaggio base dell'analisi economico-aziendale; 
  • fornire una visione unitaria della struttura e del funzionamento delle aziende; 
  • sviluppare la capacità di osservare i fenomeni aziendali con spirito critico.

Programma sintetico del corso
  • Le persone, l'attività economica, l'economia aziendale. 
  • Gli istituti e le aziende: l'evoluzione e la varietà delle aziende. Le aziende nei comparti artistici e culturali. 
  • La struttura delle aziende: l'assetto istituzionale, le combinazioni economiche e l'assetto tecnico, il patrimonio, l'organismo personale e l'assetto organizzativo. 
  • L'ambiente economico e la gestione: i mercati, i settori, il sistema competitivo, gli aggregati, le strategie di impresa. 
  • L'economicità e la rilevazione: il principio di economicità, il modello del bilancio, la riclassificazione e gli indici di bilancio, i calcoli economici di convenienza. 
  • L'organizzazione: la progettazione degli assetti organizzativi, la struttura organizzativa, i sistemi operativi.

Descrizione dettagliata delle modalità d'esame

L'esame si compone di una parte scritta obbligatoria e di una parte orale facoltativa.
La parte scritta obbligatoria si può svolgere secondo due modalità. Prima modalità: lo studente sostiene due prove scritte intermedie: la prima nel mese di novembre (durante lo svolgimento del corso) e la seconda nel mese di gennaio, oppure nel mese di febbraio, in corrispondenza dei due appelli della sessione di esami invernale. Seconda modalità: lo studente sostiene una sola prova scritta complessiva nel mese di gennaio o nel mese di febbraio, sempre in corrispondenza dei due appelli di esame. Lo studente che ha sostenuto la prima prova intermedia di novembre può liberamente rinunciare alla seconda prova intermedia e sostenere direttamente la prova generale di gennaio o di febbraio. In caso di voto negativo, le prove scritte di gennaio sono ripetibili in febbraio. La prova orale, che si sostiene con il docente della propria classe, è facoltativa e integra la prova scritta. Possono sostenere la prova orale gli studenti che hanno conseguito negli scritti un voto finale di almeno 16 trentesimi. L'esito della prova orale può portare ad una variazione del voto dello scritto compresa tra -2 e +2 trentesimi.
La prova orale deve essere sostenuta entro la stessa sessione di esame dello scritto. La prova orale non è ripetibile. Lo studente che non superi l'esame entro febbraio, ha a disposizione gli appelli di luglio e di settembre; in tali appelli è obbligatoria la prova scritta generale ed è possibile l'integrazione orale. Durante lo svolgimento del corso, agli studenti è chiesto di fornire attivi contributi ai lavori in aula (discussione dei casi, esercitazioni, simulazioni). Il docente tiene conto di tali lavori e contributi in sede di formulazione del voto a seguito degli scritti.


Testi d'esame
  • G. AIROLDI, G. BRUNETTI, V. CODA, Economia Aziendale, Bologna, il Mulino, 2005.
Modificato il 30/03/2011 12:00