Info
Logo Bocconi

Insegnamento a.a. 2015-2016

20123 - SISTEMI DI CORPORATE GOVERNANCE / CORPORATE GOVERNANCE


AFC - CLELI
Dipartimento di Management e Tecnologia / Department of Management and Technology


Per la lingua del corso verificare le informazioni sulle classi/
For the instruction language of the course see class group/s below

Vai alle classi/Go to class group/s: 11 - 12 - 13 - 18

AFC (5 cfu - I sem. - OB  |  2 cfu SECS-P/07  |  3 cfu SECS-P/12)
Docente responsabile dell'insegnamento/Course Director:
ALESSANDRO MINICHILLI

Classi: 11 (I sem.) - 12 (I sem.)
Docenti responsabili delle classi:
Classe 11: FABIO QUARATO, Classe 12: MARIO MINOJA

Classe/i impartita/e in lingua italiana

Obiettivi formativi del corso
Il corso sviluppa una visione ampia dei temi di Corporate Governance in quanto:
  • esplora le relazioni dinamiche tra gli assetti proprietari, gli assetti di governance e le strategie delle imprese;
  • fa riferimento a varie configurazioni di aziende, incluse le aziende a controllo familiare;
  • declina tali temi secondo due prospettive complementari: la prospettiva aziendalistica e la prospettiva storica in ottica di comparazione internazionale.
Attraverso questo corso, ci si attende che lo studente sviluppi:
  • un atteggiamento critico nei confronti della varietà e della dinamica degli assetti di proprietà e governance nei diversi tipi di imprese;
  • la capacità di progettare strutture di proprietà e di governance che:
    • contribuiscano allo sviluppo dell'azienda e alla sua creazione di valore;
    • siano coerenti con le norme nazionali e internazionali rilevanti in materia; in altri termini, la capacità di combinare gli aspetti strategici, finanziari e giuridici.

Programma sintetico del corso
  • Richiami di teoria del comportamento economico: il contemperamento degli interessi convergenti nelle imprese; l'incertezza, l'asimmetria informativa, il conflitto di interessi e l'incompletezza dei contratti; le relazioni di agenzia, i costi di transazione, i diritti di proprietà, il mercato del corporate control.
  • La composizione, la struttura e le modalità di funzionamento degli organi di amministrazione e controllo in alcune tipi di impresa particolarmente rilevanti quali: la public company anglosassone; l'impresa italiana quotata in borsa; il gruppo piramidale di imprese; l'impresa a controllo familiare, quotata e non.
  • Le scelte di equilibrio dinamico tra strategia d'impresa, forma giuridica, assetto proprietario e strutture di governance: i passaggi generazionali nelle imprese familiari; le quotazioni in borsa; le privatizzazioni; le crisi d'impresa; l'internazionalizzazione.
  • I modelli di capitalismo a partire dalla metà del XIX secolo; il modello anglosassone e il sistema misto francese; la tradizione tedesca e il sistema partecipativo giapponese; le economie asiatiche in transizione.
  • Modelli di impresa e modelli di governance attraverso la storia industriale italiana: le fasi evolutive del capitalismo italiano; le determinanti istituzionali delle varie forme organizzative; i ruoli complementari delle imprese a controllo statale, delle grandi imprese private e delle piccole imprese familiari.

Descrizione dettagliata delle modalità d'esame
Per i  frequentanti:
La valutazione degli studenti frequentanti sarà basata su un insieme di elementi come di seguito descritti:
  • Esame finale scritto: 16 punti;
  • Progetto sul campo (lavoro svolto in gruppo): 8 punti;
  • Due brevi assignment individuali, realizzati durante il corso: 6 punti.
Per i non frequentanti:
La valutazione degli studenti non frequentanti sarà basata su un esame scritto finale su tutti i testi in programma.

Testi d'esame
Gli studenti dovranno preparare i seguenti testi d’esame (con modalità differenti per studenti frequentanti e non):
  • A. MINICHILLI, Proprietà, governo e direzione delle imprese, Egea, 2012.
  • A. COLLI, Corporate governance e assetti proprietari, Marsilio, 2006.
Modificato il 03/07/2015 10:11

Classes: 13 (I sem.)
Instructors:
Class 13: ALESSANDRO MINICHILLI

Class group/s taught in English

Course Objectives
The course deals with a broadened view of “Corporate Governance” since:
  • it explores the dynamic relationships among the ownership structures, the governance structures, and the strategies that firms adopt;
  • it relates to a variety of firms, including the specific case of family controlled companies;
  • it is declined into two complementary perspectives: the managerial perspective, and the historical perspective based on international comparisons.
Through this course, the student is expected to develop:
  • a critical attitude towards the variety and the dynamics of the various ownership and governance structures that different types of firms can adopt;
  • the ability to design ownership and governance structures that:
    • can contribute usefully to the growth of the firm, and to its value creation;
    • are coherent with the relevant national and international regulatory frameworks; in other terms, the ability to combine together strategic, financial, and legal alternatives.

Course Content Summary
  • Preliminary insights on organizational behavior theory: reconciliation of converging interests within the firms; uncertainty and information asymmetry, clashes of interests, and the contractual incompleteness; agency relationships, transaction costs, property rights, and the market for corporate control.
  • The structure, composition, and working mechanisms of the control bodies within certain relevant organizational types: the Anglo-Saxon public company; the Italian listed company; the pyramidal group; the family controlled firm (listed or private).
  • The dynamic choices with respect to the configurations of firm’s strategy, its legal form, the ownership structure and the governance structures: e.g. succession in the family businesses, listing procedures and changes required by regulation, privatization, internationalization.
  • The capitalistic models since the half of the XIX century: the Anglo-Saxon area and the French mixed system; the Germanic tradition and the collectivistic Japanese system; the Asian transition economies.
  • Models of firm and models of governance across the Italian industrial history: the evolutionary phases of the Italian capitalism; the institutional determinants of the different organizational shapes; the complementary roles of the state-owned firm, the big private firm, and the small family business.

Detailed Description of Assessment Methods
For Attending students:
Attending students’ assessment is based on the following different aspects:
  • Final written exam: 16 points;
  • Field project for attending students: 8 points;
  • Two individual short assignments during the course: 6 points.
For Non-attending students:
Non-attending students’ assessment is based on a final written exam on all the texts indicated in the program.

Textbooks
Students have to prepare the following textbooks:
  • Collection of readings available on the course platform (for attending students).
  • B. Tricker , Corporate Governance. Principles, Policies, and Practices, Oxford University Press, 2015,  Third Edition,(for non-attending students only).
Last change 14/07/2015 11:12

CLELI (8 cfu - I sem. - OB  |  2 cfu SECS-P/07  |  6 cfu SECS-P/12)
Docente responsabile dell'insegnamento/Course Director:
GIUSEPPE AIROLDI

Classi: 18 (I sem.)
Docenti responsabili delle classi:
Classe 18: GIUSEPPE AIROLDI

Classe/i impartita/e in lingua italiana

Obiettivi formativi del corso

Il corso sviluppa una visione ampia dei temi di Corporate Governance in quanto: 

  • esplora le relazioni dinamiche tra gli assetti proprietari, gli assetti di governance e le strategie delle imprese;
  • fa riferimento a varie configurazioni di aziende, inclusi gli aggregati di imprese, i gruppi piramidali, gli istituti non profit;
  •  declina tali temi secondo due prospettive complementari: la prospettiva manageriale e la prospettiva storica in ottica di comparazione internazionale.

Attraverso questo corso, ci si attende che lo studente sviluppi:

  • un atteggiamento critico nei confronti della varietà e della dinamica dei vari assetti di proprietà e governance sia delle imprese, sia degli istituti non profit;
  • la capacità di progettare strutture di proprietà e di governance che:
    • contribuiscano allo sviluppo dell'azienda e alla sua creazione di valore;
    • siano coerenti con le norme nazionali e internazionali rilevanti in materia; in altri termini, la capacità di combinare gli aspetti strategici, finanziari e giuridici.

Programma sintetico del corso
  • Richiami di teoria del comportamento economico: il contemperamento degli interessi convergenti nelle imprese; l'incertezza, l'asimmetria informativa, il conflitto di interessi e l'incompletezza dei contratti; le relazioni di agenzia, i costi di transazione, i diritti di proprietà, i giochi cooperativi, il mercato del corporate control.
  • La composizione, la struttura e le modalità di funzionamento degli organi di amministrazione e controllo in alcune fattispecie economiche particolarmente rilevanti quali: la public company anglosassone; l'impresa italiana quotata in borsa; il gruppo piramidale di imprese; l'impresa familiare; l'impresa cooperativa; la partnership professionale.
  • Le scelte di equilibrio dinamico tra strategia d'impresa, forma giuridica, assetto proprietario e strutture di governance: i passaggi generazionali nelle imprese familiari; le quotazioni in borsa; le privatizzazioni; le crisi d'impresa; l'internazionalizzazione.
  • I modelli di capitalismo a partire dalla metà del XIX secolo; il modello anglosassone e il sistema misto francese; la tradizione tedesca e il sistema partecipativo giapponese; le economie asiatiche in transizione.
  • Modelli di impresa e modelli di governance attraverso la storia industriale italiana: le fasi evolutive del capitalismo italiano; le determinanti istituzionali delle varie forme organizzative; i ruoli complementari delle imprese a controllo statale, delle grandi imprese private, e delle piccole imprese familiari.

Descrizione dettagliata delle modalità d'esame

La valutazione degli studenti si basa sui seguenti fattori:

  • esame finale scritto: 70%;
  • field project ( elaborato in gruppo, per gli studenti frequentanti, e individualmente, per i non frequentanti): 30%.

Testi d'esame

Students have to prepare the following textbooks:

  • A. ZATTONI, Assetti proprietari e corporate governance, Egea, 2006.
  • A. COLLI, Corporate governance e assetti proprietari, Marsilio, 2006.
Modificato il 15/04/2015 17:32