Info
Logo Bocconi

Insegnamento a.a. 2017-2018

20211 - FINANCIAL MANAGEMENT E CORPORATE BANKING / FINANCIAL MANAGEMENT AND CORPORATE BANKING


M
Dipartimento di Finanza / Department of Finance


Per la lingua del corso verificare le informazioni sulle classi/
For the instruction language of the course see class group/s below

Vai alle classi/Go to class group/s: 31 - 32 - 33 - 34

M (6 cfu - II sem. - OBCUR  |  4 cfu SECS-P/09  |  2 cfu SECS-P/11)
Docente responsabile dell'insegnamento/Course Director:
ALESSANDRO NOVA

Classes: 33 (II sem.) - 34 (II sem.)
Instructors:
Class 33: ALESSANDRO CAFARELLI, Class 34: ALBERTO DELL'ACQUA

Class group/s taught in English

Course Objectives
The course is divided in two parts: the first part is dedicated mainly to advanced and applied corporate finance issues, while the second part deals with corporate banking and investment banking issues. The first part provides students with a framework where corporate decision choices are subjected to the analysis of their consequences in terms of use and generation of financial resources and in the perspective of creating value for shareholders. Thus, the course presents the value management approach in corporate management and the reference models for its practical application. Then, the course deals with two main financial policies: the financing policy and the dividend policy. When analysing the choices related to corporate financing, the concept of risk will be discussed under different theoretical approaches: the standard CAPM approach and a more advanced probabilistic approach. The search for an optimal capital structure is debated and practically assessed. The relationship between corporate debt policies and corporate value is then analysed through the discussion of the APV model. Finally, the optimal dividend policy is examined through the application of DDM models and through the relationship between dividend pay-out decisions and corporate growth. Final sessions on the relationship between opportunistic management and corporate financial decisions conclude the first part of the program.
The second part of the program is dedicated to corporate and investment banking. This part presents the concepts of risk management and the alternatives concepts of returns in financial intermediation. This leads to the understanding of the mechanisms underlying credit risk management, the rating assignment and credit pricing. The solutions of Debt and Capital Markets for corporate financing are then presented and discussed and end the course.

Intended Learning Outcomes
Click here to see the ILOs of the course

Course Content Summary
Parte 1: corporate finance
  • Differences between accounting and market values. The value management approach in corporate decision making. The relevant variables to manage a corporation under a value management approach.
  • The set of contracts between the different stakeholders of the firm and the distribution of risk and value between them. The concept of risk in finance and the adoption of a probabilistic distribution to determine the cost of capital.
  • The cost of debt, the probability of default and the costs of default. The use of market data to estimate the cost of debt (rating).
  • Real and nominal flows in the determination of the cost of capital: the effect of inflation on the estimation of corporate value.
  • The operating cost of capital under the CAPM approach: beta levered, unlevered and re-levered. The fiscal effect of debt and the WACC. The calculation of the equity value through an asset side approach: the APV model.
  • The calculation of the equity cost of capital: theory and empirical models.
  • The estimation of the optimal capital structure: theory and empirical models.
  • The optimal dividend policy and the market value of equity: the dividend discount model. The valuation of growth options. The free cash flow discount model and the equity valuation through the asset side method. 
  • Corporate governance and corporate financial decisions: the opportunistic behaviors and the possible solutions (covenant).
Parte 2: corporate & investment banking
  • Risk management in financial intermediation.
  • The different concepts of returns in financial intermediation.
  • Credit risk measurement through ratings: theoretical models and applications.
  • Credit pricing.
  • The solutions of the Debt Capital Markets for the corporate clientele.
  • The solutions of the Equity Capital Markets for the corporate clientele.

Teaching methods
Click here to see the teaching methods

Assessment methods
Click here to see the assessment methods

Detailed Description of Assessment Methods
For attending students
For attending students the exam is in written form and can be taken in two alternative ways: two partial tests taken during the course or in a single round at the end of the course, based on the content of all the 24 educational sessions.

For non-attending students

For non-attending students the exam is in written form, with a single trial.

The schedule of all the exams is available on the website of the University.

Textbooks
For attending and non-attending students the reference material consists of lectures, slides, models and excel tutorials uploaded and downloadable from the learning space in the specific page dedicated to the course. For each session there is a combination of the above materials. The logic of use of the materials is specified directly in the classroom. Training materials prepared by the teachers are provided in parallel with the sessions of teaching.
The text recommended for those wishing to take the essential concepts of corporate finance is
  • D. HILLIER, S. ROSS, R. WESTERFIELD, et al., Corporate Finance, Italian edition by S. FROVA, McGraw Hill, 2015.


Prerequisites
The course requires a basic knowledge of main fundamentals of Corporate Finance, as well as they are normally presented in textbooks.
Last change 23/03/2017 10:40

Classi: 31 (II sem.) - 32 (II sem.)
Docenti responsabili delle classi:
Classe 31: ALESSANDRO NOVA, Classe 32: ALESSANDRO NOVA

Classe/i impartita/e in lingua italiana

Obiettivi formativi del corso
Tutte, o quasi, le decisioni aziendali vengono prese in un contesto di razionamento delle risorse finanziarie e di creazione di valore per gli azionisti e gli stakeholders; in tale contesto il management deve avere piena consapevolezza del funzionamento e della logica degli strumenti analitici utilizzati -nella odierna finanza aziendale- da imprese ed intermediari finanziari nelle valutazione delle operazioni di investimento/finanziamento.
Il corso spiega le complesse relazioni tra politiche finanziarie (ovvero scelte di investimento e di finanziamento) e valori, fornendo le nozioni fondamentali circa le relazioni tra l’impresa e gli intermediari finanziari alla luce delle logiche operative di questi ultimi e degli strumenti operativi utilizzati all’interno della relazione. L’obiettivo del corso è quello di dotare gli studenti di una completa strumentazione teorica ed applicativa avanzata della finanza aziendale, così da poter comprendere la logica economica e finanziaria delle scelte di investimento e finanziamento nelle imprese.
Nella prima parte vengono analizzate le principali determinanti delle politiche finanziarie d'impresa (teoria del valore, rischio, struttura finanziaria, dividendi, imposte, comportamenti opportunistici) definendo in modo applicativo le problematiche relative al costo del capitale, al valore della crescita, alla determinazione della struttura finanziaria ottimale dell'impresa e ai modelli avanzati di valutazione del rischio aziendale. Muovendo dalle tematiche di finanza aziendale, l’ultima parte del corso è dedicata all’analisi della visuale degli intermediari finanziari che offrono servizi di consulenza finanziaria alle imprese clienti; qui l’obiettivo è quello di fornire allo studente sia le chiavi di lettura sia gli strumenti applicativi dedicati alla comprensione del rapporto fra impresa e sistema finanziario. Partendo dalle logiche di gestione del rischio da parte degli intermediari finanziari e dai modelli per la valutazione del credit risk e per il pricing del credito, vengono esaminati in modo sintetico ma completo i prodotti di finanza corporate.
Il corso fa ampio riferimento sia a casi aziendali concreti che a modelli applicativi, ed è orientato allo sviluppo della capacità dello studente di utilizzare gli strumenti metodologici ricorrenti nella prassi operativa.

Conoscenza e comprensione.
Al termine dell'insegnamento, lo studente sarà in grado di
Conoscere gli strumenti teorici ed applicativi avanzati della finanza aziendale e i servizi di assistenza finanziaria offerti alle imprese dagli intermediari finanziari.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione.
Al termine dell'insegnamento, lo studente sarà in grado di
Valutare le principali politiche finanziarie di impresa ed interagire con competenza con gli intermediari finanziari nell'impostazione delle scelte strategiche e di gestione.

Risultati di Apprendimento Attesi
Clicca qui per visualizzare i risultati di apprendimento attesi dell'insegnamento

Programma sintetico del corso
Parte 1: corporate finance
  • Le logiche e le variabili rilevanti nella finanza aziendale: performance contabili e a valore, logiche di valutazione. Le componenti del costo del capitale: tasso reale free risk, tasso di inflazione, premio al rischio.
  • La politica dei dividendi e le condizioni di massimizzazione del valore.
  • Il Dividend Discount Model (DDM), la massimizzazione del valore dell'impresa e la crescita, il rendimento marginale degli investimenti, la determinazione del Pay out ottimale e la stima di "G".
  • Performance e valore: costo del capitale e tassi di mercato, il valore in base ai free cash flow, il costo del capitale asset side, i drivers dei free cash flow e del valore, l'orizzonte temporale del vantaggio competitivo.
  • Le politiche di struttura finanziaria: costo del capitale e scelta del grado di indebitamento, la stima del costo del capitale: modelli basati sulla varianza, serie storiche e rendimenti contabili, rendimenti impliciti nei prezzi correnti di borsa (DDM, P/E, V/EBITDA), modelli basati sulla sensibilità ai fattori di rischio (CAPM).
  • Il costo del capitale di debito: la probabilità di fallimento, il sistema di pay-off tra azionisti e finanziatori, il fallimento e i suoi costi, rischio operativo e rischio di fallimento, costo del capitale di debito e costo dell'equity.
  • Le strategie finanziarie opportunistiche delle imprese.
  • Il rating delle imprese, il rischio di default e il costo effettivo del capitale di debito.
Parte 2: corporate banking
  • L’ambiente competitivo di riferimento delle relazioni fra imprese e sistema finanziario: un’analisi dei modelli di business nel corporate e investment banking e la mappatura dei servizi offerti.
  • Il tema del Nuovo Accordo di Basilea e l’impatto sui servizi di corporate & investment banking nella visuale della banca.
  • Il credit risk management e i meccanismi di assegnazione del rating da parte degli intermediari finanziari.
  • L’equilibrio di bilancio di un intermediario finanziario, i concetti di RAR, RAROC, RARORAC.
  • Le soluzioni offerte dal mercato obbligazionario e azionario per il soddisfacimento dei bisogni finanziari di impresa.


     

Modalità didattiche
Clicca qui per visualizzare le modalità didattiche

Modalità di accertamento dell'apprendimento
Clicca qui per visualizzare le modalità di accertamento dell'apprendimento

Descrizione dettagliata delle modalità d'esame
L’esame è in forma scritta, nella sola modalità “generale”, alla fine del corso e nelle sessioni successive. L’esame ha una durata di 90 minuti e si compone di 23 domande chiuse (a risposta multipla) e 2 domande aperte. Le date degli esami sono disponibili sul sito web dell’Università.

La frequenza non è obbligatoria, anche se è vivamente consigliata

Testi d'esame
Per gli studenti frequentanti e per gli studenti non frequentanti il materiale di riferimento è costituito dal testo (di Alessandro Nova, EGEA 2017) indicato a inizio corso, relativo alla sezione di Financial Management/Corporate finance, e dalla raccolta di materiale di Corporate Banking che verrà postata in e-learning. Vi sono inoltre slides e modelli di supporto in excel, scaricabili dal learning space nella specifica pagina dedicata al corso. Per ciascuna sessione è prevista una combinazione dei materiali suddetti. La logica d’uso dei materiali sarà comunque specificata direttamente in aula. I materiali didattici preparati dai docenti saranno forniti in parallelo con le sessioni di docenza.
  • D. Hillier, S. Ross, R. Westerfield et al., Corporate Finance, edizione italiana a cura di S.FROVA, McGraw Hill, 2015.

Prerequisiti
Il corso richiede una conoscenza di base dei principi fondamentali della finanza aziendale, così come vengono normalmente presentati nei più diffusi manuali di Corporate Finance.
Per aiutare gli studenti che temono di non essere adeguati in termini di “prerequisiti”, durante la prima lezione del corso verrà fornito un semplice instant check-test per la valutazione personale del grado di conoscenza dei basics della finanza aziendale, con indicazione delle eventuali letture da svolgere per portarsi in pari con gli altri studenti.
Modificato il 23/03/2017 10:40