Info
Logo Bocconi

Insegnamento a.a. 2017-2018

30219 - BUSINESS PLAN / BUSINESS PLAN


CLEAM - CLEF - CLEACC - CLES-BESS - WBB - BIEF - BIEM - BIG
Dipartimento di Management e Tecnologia / Department of Management and Technology


Per la lingua del corso verificare le informazioni sulle classi/
For the instruction language of the course see class group/s below

Vai alle classi/Go to class group/s: 31 - 32

CLEAM (6 cfu - II sem. - OP  |  SECS-P/07) - CLEF (6 cfu - II sem. - OP  |  SECS-P/07) - CLEACC (6 cfu - II sem. - OP  |  SECS-P/07) - CLES-BESS (6 cfu - II sem. - OP  |  SECS-P/07) - WBB (6 cfu - II sem. - OP  |  SECS-P/07) - BIEF (6 cfu - II sem. - OP  |  SECS-P/07) - BIEM (6 cfu - II sem. - OP  |  SECS-P/07) - BIG (6 cfu - II sem. - OP  |  SECS-P/07)
Docente responsabile dell'insegnamento/Course Director:
CINZIA PAROLINI

Classi: 31 (II sem.)
Docenti responsabili delle classi:
Classe 31: CINZIA PAROLINI

Classe/i impartita/e in lingua italiana

Obiettivi formativi del corso
Il corso affronta il tema dello sviluppo di piani previsionali sia per nuove aziende sia per nuovi business avviati all’interno di imprese già esistenti, sia nell’ambito di progetti di consulenza. Nelle diverse sessioni vengono illustrati i contenuti di un business plan, sia nei suoi aspetti qualitativi (dall’analisi della concorrenza, alla stima del mercato di sbocco, alla definizione del sistema di offerta, alle scelte relative alla struttura aziendale), sia nei suoi aspetti quantitativi (dalla stesura dei bilanci previsionali alla valutazione del business plan).
Viene accentuato l’approccio pratico ai temi trattati e viene dato spazio al lavoro sul campo.
Per i soli frequentanti il corso prevede
  • Un lavoro di gruppo volto alla costruzione di un business plan che viene parzialmente svolto in aula sotto la supervisione del docente. L'obiettivo di questo lavoro è applicare tutti gli strumenti appresi nel corso e negli insegnamenti degli anni precedenti ad un progetto imprenditoriale.
  • Esercitazioni in aula informatica, volte a consolidare con la pratica diretta i concetti presentati in aula.
  • Testimonianze di imprenditori.
L’attenzione prestata a temi quali le tecniche di stima della domanda e la costruzione di modelli di simulazione rende il corso molto utile sia per coloro che vogliono avviare una start up, sia per coloro (forse più numerosi) che all’inizio della propria carriera lavoreranno per società di consulenza e grandi imprese e si troveranno inseriti in gruppi di lavoro dove l’obiettivo strategico è dato (delocalizzare parte della produzione, lanciare un nuovo prodotto o servizio, vendere i prodotti esistenti su nuovi mercati, ecc.) e dall’analista junior ci si aspettano soprattutto competenze di data gathering e data crunching. Il corso copre comunque anche le tecniche di lean start up, più vicine alle esigenze delle start up altamente innovative.


Programma sintetico del corso
    • Il processo di sviluppo di un’idea di business.
    • L’approccio lean start-up.
    • L'analisi della concorrenza.
    • Analisi del mercato e stima della domanda.
    • La definizione del sistema di offerta.
    • Le scelte relative alla struttura aziendale.
    • La valutazione della convenienza economica.
    • La valutazione della fattibilità finanziaria.
    • La valutazione del progetto imprenditoriale.

Descrizione dettagliata delle modalità d'esame
Per i frequentanti
La valutazione finale è basata su un progetto di gruppo e 2 prove scritte.
L'esame è scritto. Potrebbe essere in forma orale nelle sessioni cui si iscrivono pochi studenti.

Per i non frequentanti
L'esame è scritto. Potrebbe essere in forma orale nelle sessioni cui si iscrivono pochi studenti.

Testi d'esame
Studenti Frequentanti:
  • C. PAROLINI, Business Planning. Dall'idea al progetto imprenditoriale, Pearson Education Italia, 2016.
  • Materiale aggiuntivo scaricabile da e-learning Space.
Studenti Non Frequentanti:
  • C. PAROLINI, Business Planning. Dall'idea al progetto imprenditoriale, Pearson Education Italia, 2016.
  • W.C. KIM, R. MAUBORGNE, Blu Ocean Strategy, Harvard Business School Press, 2005.
  • G. KAWASAKI, The Art of the Start, Penguin Group, 2004.

Testi d'esame & Articoli on line (verifica disponibilità in Biblioteca) / Exam textbooks & Online Articles (check availability at the Library)
Modificato il 11/05/2017 12:55

Classes: 32 (II sem.)
Instructors:
Class 32: CINZIA PAROLINI

Class group/s taught in English

Course Objectives
The purpose of the course is to explore the issues related to conceptualizing, developing and managing a business opportunity either in an independent start-up, in a consultancy project or in a corporate setting. Course activities are aimed at presenting elements of an effective and comprehensive business development plan, in its qualitative (competitors analysis, demand forecasting, product definition), and quantitative issues (forecasting financial and economic results and evaluating the new venture).
The course strengthens the practical approach and gives emphasis to field projects.
For attending students only the course includes
  • A teamwork aimed at developing a business plan on a business of student’s choice. The aim of the teamwork is to apply the tools presented during the course (and during previous courses) to a new business idea. Part of the team work is done during classes under the supervision of the teachers.
  • Simulations in the pc lab to practice the tools presented during the course.
  • Guest speakers.
The attention given to issues such as demand estimation techniques and simulation modeling makes the course very useful both for those who want to launch a start-up and for those (perhaps more numerous) than at the beginning of their career will work either for consulting companies or within large corporations. In these latter cases junior analysts are usually included in working groups where the strategic goal is given (e.g. relocating part of production, launching a new product or service, selling existing products to new markets) and they must show in particular their data gathering and data crunching skills. The course also covers the lean start up techniques, closer to the needs of highly innovative start-ups.


Course Content Summary
The course covers the following topics:
• How to develop a business idea.
• The lean start-up approach.
• Analysing competitors.
• Analysing and forecasting the market demand.
• Defining the product system.
• Defining the operations and organization structure.
• Evaluating venture profitability.
• Evaluating financial viability.
• Evaluating the new venture.


Detailed Description of Assessment Methods
For attending students
The final grade is based on a team project and on two written exams.
The exam is written. It could be oral in the exam sessions with few students enrolled.

For non attending students
The exam is written. It could be oral in the exam sessions with few students enrolled.

Textbooks
For attending students
  • B.R. BARRINGER, Preparing Effective Business Plans, Pearson Education, 2014.
  • Additional teaching material uploaded on Blackboard. 
For non attending students
  • B.R. BARRINGER, Preparing Effective Business Plans, Pearson Education, 2014.
  • W.C. KIM, R. MAUBORGNE, Blu Ocean Strategy, Harvard Business School Press, 2005.
  • G. KAWASAKI, The Art of the Start, Penguin Group, 2004.
Last change 11/05/2017 13:03