Info
Logo Bocconi

Insegnamento a.a. 2015-2016

30275 - LE IMPRESE DELLA MODA: MODELLI DI BUSINESS E STRATEGIE DI SVILUPPO EMERGENTI


CLEAM - CLEF - CLEACC - BESS-CLES - BIEMF
Dipartimento di Management e Tecnologia

Insegnamento impartito in lingua italiana


Vai alle classi: 31

CLEAM (6 cfu - II sem. - OP  |  SECS-P/07) - CLEF (6 cfu - II sem. - OP  |  SECS-P/07) - CLEACC (6 cfu - II sem. - OP  |  SECS-P/07) - BESS-CLES (6 cfu - II sem. - OP  |  SECS-P/07) - BIEMF (6 cfu - II sem. - OP  |  SECS-P/07)
Docente responsabile dell'insegnamento:
SALVATORE TESTA

Classi: 31 (II sem.)
Docenti responsabili delle classi:
Classe 31: SALVATORE TESTA


Obiettivi formativi del corso
Il corso ha i seguenti obiettivi:
  • illustrare le logiche del settore e i fondamentali processi strategici ed operativi delle imprese della moda e del lusso, con una enfasi particolare sul “modello italiano”.
  • approfondire per le principali tipologie di brand/modello di business la diversa configurazione dei processi di gestione caratteristica (brand, stile/prodotto, supply chain, commercializzazione/retail, marketing/comunicazione).
  • delineare le strategie di sviluppo emergenti nel settore , con un focus specifico sul modello vincente per le aziende italiane (strategie di integrazione e collaborazione di filiera, strategie di responsabilità sociale e ambientale, strategie di marketing e comunicazione off line e on line).
Il corso prevede un mix bilanciato di lezioni, discussioni di casi e testimonianze di guest speaker. E’ previsto anche, ai fini dell’apprendimento, un lavoro sul campo di gruppo, che contribuisce alla valutazione finale insieme ad un esame scritto individuale.


Programma sintetico del corso
  • Fenomelogia della moda. Il ciclo e il processo della moda. La stagionalità.
  • Modelli di business e archetipi di Brand nella Moda/Lusso.
  • Struttura e logica del sistema moda. I distretti industriali. Le fiere.
  • Il processo creativo di sviluppo del prodotto e delle collezioni.
  • Il modello manufatturiero italiano tra artigianato e produzione in serie.
  • Il processo commerciale: canali whosale e retail.
  • I processi di marketing e di comunicazione sui canali off line e on line.
  • La responsabilità sociale delle imprese di moda.

Descrizione dettagliata delle modalità d'esame
Per i frequentanti:
La valutazione finale per gli studenti frequentanti prevede:
  • una prova scritta individuale per il primo appello e per i successivi (70% della valutazione complessiva)
  • un lavoro di gruppo (4-5 persone) che contribuisce al 30% della valutazione finale e che resta valido per 11 mesi ad integrazione della prova scritta. Tema del progetto comunicato in aula.
Per i non frequentanti:
Esame in forma scritta.

Testi d'esame
Per i frequentanti:
  • S. SAVIOLO, S. TESTA, Le imprese del sistema moda, ETAS, 2005.
  • F.R. RINALDI, S. TESTA, L’impresa moda responsabile. Integrare etica ed estetica nella filiera, EGEA, 2013;
  • S. MICELLI, Futuro Artigiano. L’innovazione nelle mani degli italiani, Marsilio, 2011;
  • M. FERRARESI, Bello, buono e ben fatto. Il fattore Made in Italy, Guerini Next, 2014.
Per i non frequentanti:
(in aggiunta ai testi precedenti per frequentanti)
  • S. SAVIOLO, E. CORBELLINI, L’esperienza del lusso. Mondi, Mercati, Marchi, ETAS, 2009
Modificato il 25/06/2015 12:14