Insegnamento a.a. 2017-2018

30477 - METODO, CRITICA E RICERCA NELLE DISCIPLINE ARTISTICHE II - MODULO II (STORIA DEL GIORNALISMO)


CLEACC
Dipartimento di Scienze sociali e politiche

Insegnamento impartito in lingua italiana


Vai alle classi: 31

CLEACC (6 cfu - II sem. - OBS  |  M-STO/04)
Docente responsabile dell'insegnamento:
MASSIMILIANO PANARARI

Classi: 31 (II sem.)
Docenti responsabili delle classi:
Classe 31: MASSIMILIANO PANARARI


Obiettivi formativi del corso

Il corso si propone l’obiettivo di formare gli studenti alla storia del giornalismo e all’analisi e alla comprensione critica dei meccanismi di formazione dell’opinione pubblica e della rilevanza della comunicazione nella creazione del consenso politico-elettorale. Altro obiettivo è quello di mostrare come si è venuta configurando, nel corso della storia contemporanea fino ai giorni nostri, la relazione tra il sistema dell’informazione e dei mass media e le forme del potere nelle democrazie liberali occidentali (in particolare, in Italia).


Risultati di Apprendimento Attesi
Clicca qui per visualizzare i risultati di apprendimento attesi dell'insegnamento

Programma sintetico del corso
  • Le origini del giornalismo.
  • Le rivoluzioni liberali e borghesi; l'Illuminismo e il giornalismo.
  • Il dna originario del giornalismo: il giornalismo politico.
  • Il giornalismo italiano del Risorgimento.
  • La Belle époque del giornalismo.
  • Il giornalismo italiano tra Unità e Prima guerra mondiale.
  • Il giornalismo dell'età dei totalitarismi.
  • Il giornalismo italiano negli anni Cinquanta, Sessanta e Settanta: tappe di modernizzazione.
  • Il giornalismo italiano dopo gli anni Ottanta.
  • Caratteri del giornalismo politico.
  • Infotainment e politainment (l’informazione nella società dello spettacolo).
  • Il giornalismo culturale.
  • Tipologia di giornalismo e medium: carta stampata, radio, televisione, galassia Internet e digitale.
  • Modelli di interazione tra cittadini e mass media e formazione della sfera pubblica nelle società liberaldemocratiche e di mercato, dall’Illuminismo ai giorni nostri.
  • I modelli di orientamento e persuasione della cittadinanza e la comunicazione politica a partire dagli anni Ottanta del XX secolo. L’avvento dell’età della postdemocrazia. Spin doctoring e storytelling, tra Stati Uniti, Gran Bretagna, Francia e Italia.
  • Dalla verticalità delle televisioni generaliste all’orizzontalità del Web 2.0, alla convergenza digitale e ai participatory news consumers: cambiamenti recenti nelle modalità di costruzione dell’opinione pubblica. L’età della disintermediazione (e re intermediazione) dell’informazione.
  • Un bilancio sull’evoluzione e le trasformazioni del giornalismo sino ai giorni nostri.

Modalità didattiche
Clicca qui per visualizzare le modalità didattiche

Modalità di accertamento dell'apprendimento
Clicca qui per visualizzare le modalità di accertamento dell'apprendimento

Descrizione dettagliata delle modalità d'esame
Per i frequentanti
Esame scritto diviso in due parti con prova parziale a metà del corso valida solo se si decide di fare il secondo scritto (il voto finale rappresenta la media tra le due prove), oppure esame orale.

Per i non frequentanti
Esame orale.

Testi d'esame
Per i frequentanti
  • Materiali (slides) distribuiti durante il corso.
  • M. PANARARI, Poteri e Informazione, Le Monnier, 2017, alcuni capitoli a lezione.
  • P. MURIALDI, Storia del giornalismo italiano, Il Mulino, 2014, alcuni capitoli indicati a lezione.
Per i non frequentanti
  • M. PANARARI, Poteri e Informazione, Le Monnier, 2017
  • P. MURIALDI, Storia del giornalismo italiano, Il Mulino, 2014, alcuni capitoli, indicati sul learning space all’inizio del corso.
Modificato il 15/06/2017 14:44