Insegnamento a.a. 2015-2016

50117 - DIRITTO CIVILE - MODULO 2 (CONTRATTI INTERNAZIONALI E JOINT VENTURE)


CLMG
Dipartimento di Studi Giuridici

Insegnamento impartito in lingua italiana


Vai alle classi: 31

CLMG (8 cfu - I sem. - OBS  |  IUS/01)
Docente responsabile dell'insegnamento:
ATTILIO GUARNERI

Classi: 31 (I sem.)
Docenti responsabili delle classi:
Classe 31: ANGELO BUSANI


Obiettivi formativi del corso

Il successo di una impresa dipende dalla sua capacità di penetrare nei mercati e di vendere i propri prodotti e i propri servizi; se si svolge questa tematica in termini giuridici, e quindi lasciando a parte i profili meramente merceologici e commerciali, va detto che tale successo dipende, pertanto, dalla capacità dell’impresa di stipulare contratti di finanziamento, di vendita, di distribuzione e di collaborazione commerciale. Peraltro, la globalizzazione dei rapporti commerciali e l’internazionalizzazione delle imprese presentano, per l’operatore giuridico, una ulteriore difficoltà, e cioè di essere in grado di pianificare, negoziare e redigere contratti che presentino (nei soggetti contraenti, nel luogo di conclusione del contratto, nel luogo di esecuzione della prestazione, nella legge applicabile, nel foro competente, etc.) elementi di internazionalità. Scopo del corso (che presuppone la conoscenza del diritto privato e del diritto commerciale) è dunque quello di fornire le nozioni di base al giurista italiano per operare in questo ambito.

E' previsto, ad integrazione del corso, un percorso seminariale (in lingua inglese) in tema di Advocacy, tenuto dall'Avv. Michelangelo Cicogna. Il materiale didattico è disponibile all'inizio dei seminari. Il corso è aperto a tutti gli studenti di Diritto dell'Arbitrato, di Diritto Civile e agli scambisti Themis. 


Programma sintetico del corso

Le lezioni in aula (e, di conseguenza, l’esame) hanno come oggetto, dopo un'introduzione sulla contrattualistica internazionale in generale, l’analisi dei contratti di diritto interno (di vendita, di distribuzione, di intermediazione, di finanziamento, di joint venture) di più frequente utilizzo nei rapporti internazionali B2B (business to business).

In aula, oltre ad assistere alla lezione "tradizionale", lo studente frequentante può partecipare a un lavoro di gruppo finalizzato alla "costruzione" di un contratto di stock agreement. Gli studenti studiano le varie fasi del deal (lettera di intenti, accordo di riservatezza, due diligenceclosing) e della contrattualistica necessaria per l'acquisizione (nella fase precontrattuale, all'atto del signing e nella fase pre-closing). Si fanno anche cenni al finanziamento dell’operazione e alla concessione delle occorrenti garanzie, nonché alle operazioni societarie da compiere (costituzione e finanziamento della spv, acquisto delle quote della target, fusione - eventualmente transfrontaliera - tra target e newco, ecc.). Vengono singolarmente studiate, analizzate e scritte le clausole contrattuali e statutarie di più frequente utilizzo in queste operazioni. La proficua partecipazione a questo lavoro influenza positivamente il voto dell’esame orale.


Descrizione dettagliata delle modalità d'esame

L'esame viene svolto in forma orale e verifica l'apprendimento che lo studente ha maturato sui materiali di studio indicati per ciascun argomento oggetto del corso.


Testi d'esame

Un testo a scelta dello studente fra i seguenti:

  • A. BUSANI, Introduzione ai contratti commerciali internazionali B2B e alle joint ventures, Cedam, 2012.
  • A. FRIGNANI, M. TORSELLO, Il contratto internazionale, Cedam, 2010.

 

Modificato il 27/03/2015 12:44