Insegnamento a.a. 2015-2016

50171 - DIRITTO FALLIMENTARE ITALIANO ED EUROPEO


CLMG - M - IM - MM - AFC - CLAPI - CLEFIN-FINANCE - CLELI - ACME - DES-ESS - EMIT
Dipartimento di Studi Giuridici

Insegnamento impartito in lingua italiana


Vai alle classi: 31

CLMG (6 cfu - I sem. - OP  |  IUS/15) - M (6 cfu - I sem. - OP  |  IUS/15) - IM (6 cfu - I sem. - OP  |  IUS/15) - MM (6 cfu - I sem. - OP  |  IUS/15) - AFC (6 cfu - I sem. - OP  |  IUS/15) - CLAPI (6 cfu - I sem. - OP  |  IUS/15) - CLEFIN-FINANCE (6 cfu - I sem. - OP  |  IUS/15) - CLELI (6 cfu - I sem. - OP  |  IUS/15) - ACME (6 cfu - I sem. - OP  |  IUS/15) - DES-ESS (6 cfu - I sem. - OP  |  IUS/15) - EMIT (6 cfu - I sem. - OP  |  IUS/15)
Docente responsabile dell'insegnamento:
CESARE CAVALLINI

Classi: 31 (I sem.)
Docenti responsabili delle classi:
Classe 31: CESARE CAVALLINI


Obiettivi formativi del corso
Il corso ha ad oggetto lo studio del fallimento e delle altre procedure concorsuali disciplinate da diritto fallimentare italiano (concordato preventivo, accordi di ristrutturazione, liquidazione coatta amministrativa ed amministrazione straordinaria delle grandi imprese in stato d’insolvenza). Il corso si propone inoltre di esaminare i principali aspetti della legislazione fallimentare europea alla luce dell’attività di recepimento svolta dal legislatore nazionale e di talune delle più importanti applicazioni giurisprudenziali in materia.

Programma sintetico del corso
Diritto fallimentare
  • I presupposti soggettivi del fallimento; l’insolvenza.Il procedimento per la dichiarazione di fallimento e gli organi preposti al fallimento.
  • Gli effetti della dichiarazione di fallimento nei confronti del debitore, dei creditori, degli atti pregiudizievoli ai creditori e sui rapporti giuridici pendenti.
  • La formazione e la verificazione dello stato passivo. La liquidazione e la ripartizione dell’attivo, la chiusura del fallimento e l’esdebitazione.
  • Il fallimento delle società.
  • Il concordato preventivo: apertura, amministrazione, approvazione, revoca ed esecuzione.
  • Gli accordi di ristrutturazione dei debiti, la liquidazione coatta amministrativa e l’amministrazione straordinaria delle grandi imprese in stato d’insolvenza.
  • Diritto fallimentare europeo
  • Il rapporto della normativa fallimentare italiana con la disciplina europea.
  • La competenza giurisdizionale e la giurisprudenza comunitaria.
  • I gruppi di imprese.
  • Riconoscimento ed esecuzione delle decisioni nell’area europea.

Descrizione dettagliata delle modalità d'esame
Per i frequentanti:
prova parziale scritta più esame orale.
Per i non frequentanti:
esame in forma orale.

Testi d'esame
  • L. Guglielmucci, Diritto fallimentare, Torino, Giappichelli, 2015.
Materiale integrativo delle lezioni sarà messo a disposizione sulla pagina e-learning del corso.
La legislazione aggiornata in materia fallimentare si può trovare in:
  • C. Cavallini, Codice di procedura civile (e leggi complementari a tutela dell’impresa), Milano, EGEA, ultima edizione aggiornata.
Modificato il 24/06/2015 15:07