Info
Logo Bocconi

Insegnamento a.a. 2018-2019

20220 - AMMINISTRAZIONE E CONTROLLO PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dipartimento di Accounting

Insegnamento impartito in lingua italiana


Vai alle classi: 31

CLMG (6 cfu - I sem. - OP  |  SECS-P/07)
Docente responsabile dell'insegnamento:
ANNAMARIA ARCARI

Classi: 31 (I sem.)
Docenti responsabili delle classi:
Classe 31: ANNAMARIA ARCARI


Prerequisiti

Poiché questo insegnamento non tratta degli aspetti tecnici degli strumenti tradizionali di amministrazione e controllo (contabilità generale e bilancio, analisi di bilancio, contabilità dei costi, budget e reporting economico-finanziario) per frequentare con profitto questo corso è opportuno che lo studente possegga queste conoscenze di base.


Mission e Programma sintetico
MISSION

Al fine di garantire lo sviluppo del nostro sistema economico, baricentrato sulle PMI, è importante diffondere, all'interno di queste imprese, valori e principi del controllo economico allineati alla complessità che imprenditori e manager si trovano a dover gestire. E' pertanto fondamentale che i laureati che si trovano a lavorare in questi contesti, in qualità di figli o di collaboratori, senza mortificare l'imprenditorialità, contribuiscano a introdurre o consolidare adeguate prassi di gestione manageriali. Alla luce di questa premessa, l'obiettivo prioritario di questo corso è sviluppare nel partecipante capacità di analisi, diagnosi, progettazione e implementazione di sistemi amministrativi e di controllo di gestione da proporre alle imprese di dimensioni minori. Più concretamente, il valore aggiunto che questo corso intende offrire allo studente della laurea magistrale è da ricondursi ai seguenti obiettivi di apprendimento che i docenti si ripropongono di conseguire: a) Arricchire le competenze tecnico-contabili di base, già acquisite dallo studente in precedenti corsi, con nuovi approcci metodologici specificatamente declinati sulle peculiarità delle imprese di minori dimensioni. b). Discutere e applicare modelli di analisi e diagnosi dei fabbisogni di amministrazione e controllo di imprese in crescita. c) Sviluppare nel partecipante, attraverso il ricorso a una didattica attiva, capacità di progettazione e implementazione di sistemi di misurazione.

PROGRAMMA SINTETICO

Le principali problematiche di gestione che vengono affrontate nell’ambito del corso sono trattate con riferimento a quattro archetipi di PMI: piccole e statiche, piccole ed eccellenti, in crescita con successo e in situazioni di declino e/o crisi. I temi trattati sono i seguenti:

  • Profili gestionali tipici delle imprese minori e fabbisogni di amministrazione e controllo.
  • Opzioni strategiche di sviluppo e gestione dei processi di “crescita” in ottica economica:
  • La variabilità delle strutture di costo delle imprese in via di sviluppo e le condizioni di  rischio operativo.
  • La vulnerabilità della PMI in crescita e le esigenze di monitoraggio delle performance economico-finanziarie e dei KPI.
  • Le risorse finanziarie e la crescita sostenibile.
  • La quotazione delle PMI.
  • Le strategie di crescita esterna: il coordinamento e il controllo delle reti proprietarie e non proprietarie.
  • Processi di managerializzazione nelle PMI familiari:
  • Le competenze manageriali.
  • Il ruolo della governance.
  • Il ruolo dei meccanismi di pianificazione e controllo a supporto dello sviluppo delle PMI familiari.
  • Gli strumenti di misurazione e comunicazione della responsabilità sociale nelle PMI.
  • Gli strumenti di Business Intelligence.
  • I meccanismi di rilevazione per l’alimentazione di efficaci reporting:
  • Logiche e metodi di integrazione contabile ed extracontabile dei dati economici.
  • Fisiologia e patologia dei processi di crescita:
  • Le crisi di crescita e i processi di turnaround: il ruolo dei meccanismi di controllo. 

Risultati di Apprendimento Attesi (RAA)
CONOSCENZA E COMPRENSIONE
Al termine dell'insegnamento, lo studente sarà in grado di...

Al termine del corso lo studente avrà acquisito conoscenze in materia di:

  • Modelli di analisi dello stato di salute di una PMI e di sviluppo sostenibile.
  • Modelli di valutazione delle condizioni di vulnerabilità e strumenti di misurazione delle condizioni di rischio operativo e finanziario.
  • Modelli di valutazione dei fabbisogni di controllo declinati sugli stadi di sviluppo delle PMI.
  • Modelli di pianificazione specifici per le PMI.
  • Modelli  di crescita per via interna e per via esterna.
  • Meccanismi di rilevazione per l'alimentazione di sistemi di reporting integrati.
  • Strumenti di Business intelligence.
  • Modelli per la quotazione delle PMI.
CAPACITA' DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE
Al termine dell'insegnamento, lo studente sarà in grado di...

Il corso intende preparare gli studenti ad affiancare pragmaticamente gli imprenditori nel processo di managerializzazione dell’impresa senza mortificare l’ imprenditorialità. Pertanto il corso, attraverso lavori di gruppo, testimonianze in aula, e visite in aziende o in incubatori d’impresa, intende mette in condizione lo studente di:

  • Diagnosticare i fabbisogni di controllo delle imprese.
  • Progettare e proporre adeguati strumenti  di misurazione e controllo.
  • Implementare meccanismi di amministrazione e controllo.
  • Colloquiare con altri personaggi chiave dell’impresa (responsabili sistemi informativi , responsabili produzione, responsabili commerciali, imprenditori) al fine di promuovere sistemi integrati ed efficaci.

Modalità didattiche
  • Lezioni frontali
  • Testimonianze (in aula o a distanza)
  • Visite esterne organizzate
  • Analisi casi studio / Incidents guidati (tradizionali, multimediali)
  • Lavori/Assignment di gruppo
  • Altre attivita' d'aula interattive (role playing, business game, simulation, online forum, instant polls)
DETTAGLI
  • TESTIMONIANZE: ogni anno viene scelto un argomento da trattare con la presentazione da parte di un imprenditore che integra il modello presentato dal docente.
  • VISITE ESTERNE: presso aziende o in incubatori di impresa/start up per un confronto diretto con gli imprenditori sul campo.
  • ANALISI CASI DI STUDIO: per sviluppare capacità di analisi e di applicazione dei modelli proposti dal docente in aula.
  • ASSIGNMENT DI GRUPPO: per sviluppare capacità di lavorare in gruppo, di ricerca di dati, elaborazione  e presentazione di task assegnati.
  • ROLE PLAYING: per far entrare gli studenti nel ruolo degli imprenditori o dei suoi consulenti e valutare le situazioni da prospettive differenti.

Metodi di valutazione dell'apprendimento
  Accertamento in itinere Prove parziali Prova generale
  • Prova individuale scritta (tradizionale/online)
  •     x
  • Assignment di gruppo (relazione, esercizio, dimostrazione, progetto etc.)
  •   x x
  • Partecipazione in aula (virtuale, fisica)
  •   x x
    STUDENTI FREQUENTANTI

    L’esame di profitto si svolge esclusivamente in forma scritta, secondo la seguente modalità: 

    • Svolgimento di un assignment di gruppo da presentare in aula in due step: 1° step in occasione della data della prova parziale, 2° step durante l’ultima lezione del corso.
    • Svolgimento di una prova finale negli appelli previsti a calendario.

    La valutazione dell’assignment è finalizzata a valutare la capacità di analisi di macro dati, di diagnosi delle situazioni analizzate, di progettazione di particolari meccanismi che lo studente propone, e di presentazione orale e scritta delle sintesi condotte.

    La valutazione dell’esame scritto è finalizzata a verificare la conoscenza di modelli di analisi/diagnosi e progettazione proposti durante il corso, quindi a verificare la solidità delle nuove competenze acquisite.

    STUDENTI NON FREQUENTANTI

    Coloro che non svolgono i lavori di gruppo o che non hanno frequentato almeno il 75% delle lezioni, sono considerati studenti non frequentanti. Il processo di valutazione dello studente non frequentanti si concentra su un’unica  prova scritta che verte sui testi indicati per gli studenti non frequentanti. 

    La valutazione dell’esame scritto è finalizzata a verificare le conoscenza acquisite sui modelli di analisi/diagnosi e progettazione contenuti nel programma che, per gli studenti non frequentanti devono essere integrate anche con una verifica delle capacità sviluppate. Per questo motivo la prova scritta di questi studenti è integrata con la discussione di un caso/incident.


    Materiali didattici
    STUDENTI FREQUENTANTI

    Per gli studenti frequentanti, il materiale didattico necessario per lapartecipazione in aula e per la preparazione dell’esame, è il seguente:

    • A.M. ARCARI, PMI - Meccanismi di controllo e gestione della crescita, Milano, EGEA, 2004 (per i capitoli indicati nel programma dettagliato del corso).
    • G.L. LOMBARDI STOCCHETTI, Performance delle PMI – Come misurarla con gli strumenti di Business Intelligence, Milano, Franco Angeli, 2008.
    • Ulteriori materiali di supporto alle lezioni vengono messi a disposizione sulle pagine Bboard dedicate al corso di Amministrazione e Controllo.
    • Gli studenti frequentanti, al fine del superamento dell’esame, sono tenuti a svolgere un lavoro di gruppo.
    STUDENTI NON FREQUENTANTI

    Gli studenti non frequentanti: 

    • A.M. ARCARI, PMI - Meccanismi di controllo e gestione della crescita, Milano, EGEA, 2004 (per i capitoli indicati nel calendario).
    • G.L. LOMBARDI STOCCHETTI, Performance delle PMI – Come misurarla con gli strumenti di Business Intelligence, Milano, Franco Angeli, 2008.
    • Materiali di supporto alle lezioni per frequentanti a disposizione sulle pagine Bboard dedicate al corso di Amministrazione e Controllo PMI.
    Modificato il 24/06/2018 11:40